Lavoro, dirigenti umbri over 50, Umbria percentuale più alta poche donne

Lavoro, dirigenti umbri over 50, Umbria percentuale più alta, poche le donne

Lavoro, dirigenti umbri over 50, Umbria percentuale più alta, poche le donne

Umbria e Valle d’Aosta (67% ciascuna) sono le regioni con la percentuale più alta di dirigenti over 50. A comunicarlo è il DAS compagnia di Generali Italia specializzata nella tutela legale che ha rielaborato i dati Istat 2016.  che riferisce che Nelle aziende italiane si arriva ai livelli dirigenziali mediamente dopo i cinquant” anni e comunque per lo più bisogna essere maschi. La regione con più dirigenti ultracinquantenni è il Molise mentre quella che ne ha di meno è la Lombardia, dove i dirigenti che non hanno ancora raggiunto il mezzo secolo sono il 47%.

Mentre le dirigenti donne cinquantenni o meno sono solo il 15%.  Oltre la metà (57%) dei circa 106 mila dirigenti di imprese italiane ha infatti più di 50 anni, con la punta più alta nel Molise (73%) mentre in Lombardia e Trentino Alto Adige sono mediamente più giovani.

Dopo il Molise, secondo quanto rilevato da DAS, quindi, Sardegna (69%), Umbria e Valle d” Aosta (67% ciascuna) sono le regioni con la percentuale più alta di dirigenti over 50. Al contrario i dirigenti che non superano i 49 anni sono più numerosi in Lombardia (47%) e Trentino Alto Adige (43%).

Seguono le Marche (42%) e, con una quota del 40% ciascuna, Friuli Venezia Giulia, Lazio e Piemonte. Dall” analisi di DAS si evince che meno dell” 1% (0,89%) dei lavoratori dipendenti delle imprese italiane sono manager, con una concentrazione più elevata in Lombardia (1,6%, quasi 48 mila), Lazio (1,1%, oltre 16 mila) e Piemonte (1,04, poco meno di 10 mila), più bassa in Calabria (0,12%), Basilicata e Molise (0,13 ciascuno).

DAS ha rilevato che quasi la metà (45%) dei dirigenti lavora in Lombardia e poco più del 15% nel Lazio. La loro presenza è significativa anche in Emilia-Romagna (9%) e Veneto (7%). Nel nostro Paese solo il 15% dei dirigenti è di sesso femminile, la percentuale sale al 19% in Basilicata e si attesta al 17% in Lombardia e nel Lazio.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*