Balcke Dürr di Fontignano Perugia, il 21 dicembre incontro decisivo

Balcke Dürr di Fontignano Perugia, il 21 dicembre incontro decisivo

Balcke Dürr di Fontignano Perugia, il 21 dicembre incontro decisivo

Le Segreterie di Fiom Cgil, Fim Cisl e Uilm Uil, insieme alla R.S.U. dello stabilimento Balcke Dürr hanno incontrato mercoledì 5 dicembre a Roma i rappresentanti di Mutares, Arne Amann e Marco Pappadà. I rappresentanti sindacali hanno avuto modo di confrontarsi, senza intermediazioni, direttamente con il board dell’azienda, evidenziando la criticità del momento e le preoccupazioni dei lavoratori in merito alle prospettive dello stabilimento, preoccupazioni che avevano condotto alla proclamazione di uno sciopero a tutela della chiarezza sul proprio futuro. Amann ha evidenziato come lo stabilimento di Fontignano sia centrale per la produzione di camere filtro, ma ovviamente il punto di criticità resta il nodo commesse.

A tal proposito il prossimo 12 dicembre si svolgerà un incontro estremamente importante tra i dirigenti del fondo tedesco e il cliente General Electric. Da questo confronto, sarà possibile comprendere il ruolo che Balcke Dürr Italiana di Fontignano potrà svolgere nel breve-medio periodo. La delegazione sindacale ha chiesto ed ottenuto che lo stesso Amann venga a Fontignano il prossimo 21 dicembre per illustrare ai rappresentanti sindacali i contenuti dell’incontro e gli scenari che si andranno a comporre.

La delegazione sindacale, a sua volta, ha già convocato i lavoratori in assemblea, per lo stesso 21 dicembre, al fine di confrontarsi sulle conseguenze degli scenari che emergeranno.

Sino ad allora i lavoratori hanno responsabilmente deciso di congelare le azioni di lotta, per creare il miglior clima possibile e permettere a Mutares di confrontarsi con il cliente in modo positivo e costruttivo. Chiaramente, permane lo stato di preoccupazione e di difficoltà, in quanto la sorte dello stabilimento è comunque resa precaria da tutta una serie di fattori, che i vertici di Mutares non hanno nascosto. In ogni caso riteniamo indispensabile giocare tutte le carte a disposizione, per individuare i possibili scenari positivi che possano salvaguardare lo stabilimento di Fontignano e tutti i lavoratori presenti.

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*