Covid-19, tamponi dai medici di famiglia o pediatri, ancora ritardi

 
Chiama o scrivi in redazione


Sanità: "Tamponi rapidi nelle farmacie a non più di 20 euro”

Covid-19, tamponi dai medici di famiglia o pediatri, ancora ritardi

Passerà anche del tempo prima che medici di famiglia e pediatri inizino a fare i tamponi. L’inizio era previsto per mercoledì scorso, ma c’è qualche ritardo. Regione, con la collaborazione di Comuni, Protezione civile e vigili del fuoco, sta mappando i luoghi dove andranno effettati i test antigenici ai contatti asintomatici dei positivi.

Per questioni di sicurezza e, visto anche che molti medici hanno gli ambulatori in condomini, la maggior parte non li effettuerà nei propri studi, ma saranno stabilite alcune aree dove si recheranno gli assistiti. Alla Prociv sono arrivati 4.800 test, molto probabilmente si comincerà la prossima settimana.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*