Unipegaso

JP Industries, il Mise risponde all’interrogazione dell’on. Giulietti

foto intervento Giulietti tavolo contratti di fiumeInsieme alle Regioni Umbria e Marche il Ministero per lo sviluppo economico sta seguendo attentamente gli sviluppi della vicenda della JP Industries, con l’obbiettivo di individuare ogni possibile soluzione affinché questa importante realtà produttiva possa continuare ad operare, salvaguardando i livelli occupazionali. E’ quanto dichiarato dal viceministro Teresa Bellanova in risposta all’interrogazione presentata dall’on. Giampiero Giulietti che chiedeva lumi sul futuro degli stabilimenti produttivi umbri e marchigiani della ex Merloni e dei lavoratori riassorbiti dalla JP Industries.

“Nei mesi scorsi il Ministero dello Sviluppo economico si è impegnato sia per trovare un accordo tra istituti di credito, azienda e istituzioni su un programma di rilancio degli investimenti, sia per verificare con le banche e i commissari straordinari la possibilità di stabilizzare gli effetti della vendita, assicurando così la prosecuzione dell’attività della Jp Industries e salvaguardando l’occupazione. – ha affermato il viceministro Bellanova nella risposta all’interrogazione dell’on. Giulietti – Attualmente sono in corso ulteriori approfondimenti per verificare la possibilità di giungere ad un’intesa per la definitiva conciliazione dell’azienda.

Inoltre, insieme alle Regioni Umbria e Marche, il Ministero sta ultimando la definizione dell’avviso di promozione di iniziative imprenditoriali volte alla ricollocazione dei lavoratori della Merloni alla JP Industries, proprio per salvaguardare l’economia della fascia umbro-marchigiana. Nel frattempo, attraverso il tavolo istituito tra il Ministero e le Regioni Umbria e Marche si stanno ultimando le verifiche di fattibilità preliminare del programma di investimenti della JP Industries”. Il Ministero per lo sviluppo economico ha inoltre assicurato che continuerà a vigilare sulla vicenda, fino a che non verrà garantito il proseguimento delle attività dell’azienda e salvaguardati i posti di lavoro.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*