Primi d'Italia

Ladri senza cuore a scuola, aperti anche gli zaini dei bambini a Pozzuolo

Otto porte spaccate, infissi divelti, due proiettori e materiale scolastico rubato

Ladri senza cuore a scuola, aperti anche gli zaini dei bambini a Pozzuolo
foto Claudio Burani

Ladri senza cuore a scuola, aperti anche gli zaini dei bambini a Pozzuolo

POZZUOLO UMBRO – Senza pietà hanno scassinato la scuola, rubando di qua e di là! Ignoti due notti fa, e per due volte consecutive, hanno fatto irruzione nella scuola statale secondaria di I grado Franco Rasetti-Galeotti di Pozzuolo Umbro, frazione di Castiglione del Lago. Lo ha comunicato il consigliere comunale Marino Mencarelli.

La prima notte sono entrati danneggiando l’infisso sul retro. Una volta all’interno hanno distrutto e svuotato il distributore delle bevande e del caffè, posizionato nella hall della scuola. La notte a seguire un altro scasso, questa volta non limitato alla sola macchina del caffè, ma ha interessato la gran parte della scuola.

A dare l’allarme un addetto ai lavori. Nell’edificio in questo periodo si stanno svolgendo alcuni lavori di edilizia. Sul posto è giunto, appunto, il consigliere Mencarelli, in qualità di responsabile della frazione poiché è residente a Pozzuolo Umbro, la responsabile scolastica e i carabinieri ai quali sono state affidate le indagini.

Otto porte spaccate, infissi divelti, due proiettori e materiale scolastico rubato e una lavagna luminosa rovinata. Questi i danni arrecati alla scuola materna, elementare e media di Pozzuolo Umbro, una cittadina di 1.500 abitanti. Ma non finisce qui, hanno tentato di aprire le porte di sicurezza, ma senza esito. Ma la cosa più cattiva è che i malviventi hanno anche rovesciato e svuotato degli zainetti di alcuni bambini della materna in modo brutale, dove all’interno erano contenuti alcuni vestiti di ricambio. Il tutto, come detto in due notti, sia al piano terra, sia a quello superiore della scuola.

«Questo non è possibile – ha concluso il consigliere -. Per due notti consecutive, comincia ad essere preoccupante, un segnale veramente brutto, come amministratore ho avvisato il sindaco, abbiamo informato il responsabile del patrimonio, fatte tutte le denunce. Oltre al danno economico e materiale, c’è anche quello morale che fa veramente male».

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*