Bando servizio civile universale: Comune di Orvieto impegnerà 10 volontari

 
Chiama o scrivi in redazione


Bando servizio civile universale: Comune di Orvieto impegnerà 10 volontari

Bando servizio civile universale: Comune di Orvieto impegnerà 10 volontari

II Dipartimento per le Politiche Giovanili e il Servizio Civile Universale ha pubblicato il bando ordinario 2020 per la selezione dei volontari di servizio civile universale. Complessivamente sono 46.891 i posti disponibili di cui 39.538 nei 2.319 progetti da realizzarsi in Italia e 605 quelli per i 111 progetti all’estero.

© Protetto da Copyright DMCA

Dieci le posizioni richieste dal Comune di Orvieto e finanziate dal bando che saranno impiegate in quattro progetti. Nello specifico sei volontari sono stati richiesti per il progetto “Comunità resilienti: respiriamo la cultura” nel settore Cultura, due per “Curare la comunità: resilienza e inclusione delle persone fragili” nel settore Assistenza, uno ciascuno per i progetti “Volontari per il clima: l’ambiente e le sfide dell’ecologia in un mondo che cambia” nel settore Ambiente e “Territori e popolazioni resilienti: prevenzione e coinvolgimento attivo dei cittadini” nel settore Protezione civile.

 “Siamo molto soddisfatti – dichiara il Sindaco di Orvieto, Roberta Tardani – per aver ottenuto il finanziamento delle dieci posizioni richieste, un numero importante sul quale nel recente passato il Comune di Orvieto non aveva potuto contare. Sarà l’occasione per i giovani per fare un’esperienza formativa significativa, partecipare attivamente alla vita della loro comunità e contribuire al miglioramento dei servizi per la città. Ma sarà anche l’opportunità per l’Amministrazione Comunale per dare un sostegno ad alcuni settori che negli ultimi anni sono andati in sofferenza per la carenza di personale”.

Gli aspiranti operatori volontari devono presentare la domanda di partecipazione esclusivamente attraverso la piattaforma Domanda on Line (DOL) raggiungibile tramite PC, tablet e smartphone all’indirizzo https://domandaonline.serviziocivile.it

Le domande di partecipazione devono essere presentate entro e non oltre le ore 14:00 del giorno 8 febbraio 2021. Oltre tale termine il sistema non consentirà la presentazione delle domande. Le domande trasmesse con modalità diverse non saranno prese in considerazione. È possibile presentare una sola domanda di partecipazione per un unico progetto ed un’unica sede.

Il servizio civile universale è rivolto ai giovani dai 18 ai 29 anni non compiuti, prevede un impegno di circa 25 ore settimanali per un anno, offre un contributo economico mensile di 439,50 euro, un percorso formativo specifico e generale e il rilascio dell’attestato di partecipazione e della certificazione delle competenze.

Tutte le informazioni e il bando completo sono disponibili nella sezione “Selezione volontari” del sito www.serviziocivile.gov.it e sul sito del Servizio civile Anci Lombardia ( www.scanci.it ) capofila del network delle Anci regionali di Abruzzo, Friuli Venezia Giulia, Liguria, Marche, Piemonte, Sardegna e Umbria.

I progetti in dettaglio

“Comunità resilienti: respiriamo la cultura” – Volontari richiesti 6

Il progetto ha lo scopo di incrementare e migliorare la fruibilità del patrimonio della Nuova Biblioteca pubblica “Luigi Fumi” e l’accesso ai servizi, valorizzare e incrementare le attività di promozione e le competenze digitali. Il volontario sarà coinvolto in attività di supporto al personale della biblioteca per la gestione delle attività di front e back-office, prestito e orientamento al pubblico, anche con riferimento all’utenza con disabilità, collaborerà inoltre alla valorizzazione e sistematizzazione del patrimonio e alle attività di facilitazione del servizio di prestito. Il volontario sarà coinvolto nelle attività di organizzazione e conduzione dei laboratori di lettura per i giovani e per gli studenti  delle scuole, per i laboratori di promozione delle competenze digitali nell’ambito del progetto Digipass, raccogliendo anche dati sui servizi e la partecipazione alle attività con l’obiettivo di diffonderne i risultati e promuoverne la diffusione. Tra le attività previste: ricollocazione dei documenti movimentati e riordino delle raccolte, timbratura, numerazione, etichettatura, eventuale scarto e rivestimento delle nuove accessioni, gestione della visita delle scolaresche, organizzazione degli incontri di promozione delle competenze digitali, realizzazione e diffusione dei volantini promozionali delle attività.

“Curare la comunità: resilienza e inclusione delle persone fragili” – Volontari richiesti 2
Obiettivo del progetto è migliorare la qualità delle prestazioni erogate in favore di anziani e minori. Il volontario si interfaccerà con l’assistente sociale e con il personale dell’Ente per supportarli nelle attività previste. In particolare il volontario collaborerà alla promozione di attività laboratoriali e di routine della giornata al nido. Inoltre saranno impegnati in attività di assistenza alla persona per utenti anziani, in particolare in attività di trasporto per facilitare la salita e la discesa dal mezzo degli utenti del servizio e, nelle situazioni di accompagnamento delle persone verso le strutture sanitarie, qualora sia necessario, si occuperanno di svolgere piccole mansioni pratiche e di sostegno all’autonomia della persona quali: aiuto nella ricerca dell’ambulatorio medico, accompagnamento in ascensore, ecc. Le attività previste: assistere i minori presso i nidi del territorio, organizzare attività laboratoriali nei nidi, trasporto anziani in piccole commissioni, acquisto farmaci, spesa, ecc, trasporto anziani presso strutture sanitarie.

“Volontari per il clima: l’ambiente e le sfide dell’ecologia in un mondo che cambia” – Volontari richiesti 1

La finalità del progetto è rendere più sostenibile la raccolta dei rifiuti e migliorare l’accesso dei cittadini al servizio. Il volontario sarà coinvolto nelle attività di supporto all’ufficio tecnico che si occupa della gestione ambientale e tiene i rapporti con il soggetto che si occupa dello smaltimento dei rifiuti per supportare le procedure di accesso dei cittadini agli sportelli e migliorare il servizio rivolto anche ai non residenti che ne fanno richiesta. Il volontario potrà inoltre supportare l’ufficio nella gestione delle comunicazioni con il gestore del servizio e per migliorare l’informazione dei cittadini, anche non residenti, nonché delle imprese. Le attività previste: informare i cittadini sulle buone pratiche di raccolta differenziata, realizzazione di materiali informativi ed educativi, questionari e schede di censimento utenze, censimento delle utenze e supporto informativo ai non residenti, accoglienza delle istanze di cittadini, anche non residenti,
e aziende sulla tematica rifiuti, raccogliere le esigenze in termini di gestione delle utenze residenti
e non residenti.

“Territori e popolazioni resilienti: prevenzione e coinvolgimento attivo dei cittadini” – Volontari richiesti 1

Il progetto si prefigge di migliorare l’efficienza delle attività connesse alla Protezione Civile, realizzare interventi sul territorio in occasione di eventi o di emergenze. Il volontario sarà coinvolto nelle attività inerenti all’ufficio Protezione Civile quali attività di segreteria/ufficio, gestione del sito internet, studio di possibili scenari di rischio per studiare gli eventuali modelli di intervento, coordinamento con il Gruppo volontari di Protezione Civile, il volontario inoltre dovrà affiancare gli operatori nella gestione della sede logistica. Il volontario collaborerà con i tecnici del Comune, la Polizia Locale e il Gruppo di Volontari di Protezione Civile durante i sopralluoghi finalizzati a una maggiore conoscenza del territorio, alla verifica delle segnalazioni pervenute o al controllo di eventuali danni o pericoli conseguenti a eventi atmosferici particolarmente consistenti. Il volontario sarà poi coinvolto nella progettazione e nella gestione di campagne informative rivolte a cittadini, scuole, associazioni, incontri di formazione/aggiornamento per i volontari (o aspiranti volontari) di protezione civile.

Sala Operativa di Protezione Civile del Comune di Orvieto e Funzione Associata Sud-Ovest Orvietano

La Sala Operativa di Protezione Civile del Comune di Orvieto e della Funzione Associata SudOvest Orvietano ha coordinato nella giornata di ieri, 28 dicembre, gli interventi emergenziali verificatisi sul territorio di competenza.

Il report delle attività, fornito dal responsabile della Protezione Civile Orvieto e Coordinatore della Funzione Associata, Luca Gnagnarini riguarda il comune di Orvieto dove sono stati effettuati numerosi interventi di rimozione di piante e rami caduti. Nello specifico: 3 lungo la strada comunale di Rocca Ripesena; 1 sulla strada comunale Salto del Livio (pendici Rupe); 1 sulla strada comunale del Lapone; 1 sulla strada comunale delle Conce; 1 relativo alla perimetrazione di una pianta caduta all’interno dell’area scolastica del Liceo Artistico di Orvieto (ex Caserma Piave).

Diversi anche gli interventi di perimetrazione effettuati nel centro storico, in particolare:  nell’area di Via Soliana per un cornicione pericolante in corrispondenza della Chiesa di San Bernardino; nell’area di Piazza d’Armi (ex Caserma Piave) per la messa in sicurezza di un cavo della linea elettrica aerea e per circoscrivere l’area in zona Madonna del Velo (Conce) a seguito della caduta di una pianta all’interno di proprietà privata. Altro intervento di perimetrazione è stato effettuato lungo Via Ombrone in località Sferracavallo per la caduta di una pianta e di rami su una proprietà privata (l’abbattimento è stato eseguito da una ditta privata) e nell’area all’interno del Civico Cimitero per il distacco di un canale di gronda.

E’ stato effettuato, inoltre, il monitoraggio dei corsi fluviali del Paglia e Chiani e delle aste minori per accertare il raggiungimento dei livelli di criticità, con conseguenti chiusure localizzate della viabilità.

Tra i vari interventi è stata verificata la segnalazione di mancata energia elettrica in località Torre San Severo e Biagio dovuta alla caduta di piante sulla linea di media tensione che ha richiesto l’intervento dei tecnici Enel. Complessivamente sono stati impegnati 9 volontari e 4 automezzi.

 Nel territorio di Porano  la Funzione Associata di Protezione Civile è intervenuta con operatori di Orvieto per rimuovere due piante cadute rispettivamente sulla strada di accesso al Cimitero e sulla strada che conduce all’impianto fotovoltaico in località Radice. Anche a Baschi  è stata effettuata la perimetrazione di un’area interessata dalla caduta di una pianta in località Civitella del Lago impegnando due volontari e un automezzo; mentre altri due volontari sono intervenuti con un automezzo a Montecchio per rimuovere alcune piante cadute provocando l’abbattimento della palificata telefonica. A  Monteleone d’Orvieto, infine, 5 volontari con l’ausilio di 2 automezzi hanno  svolto la vigilanza dei corsi d’acqua minori con la conseguente chiusura del guado in località Caselle e la rimozione di una pianta caduta in vocabolo Perumpetto della SS 71.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*