Ospedale di Assisi day surgery, Silvano Rometti, Ser, valorizzare professionalità

Ospedale di Assisi day surgery, Silvano Rometti, Ser, valorizzare l'ospedale
Silvano Rometti

Ospedale di Assisi day surgery, Silvano Rometti, Ser, valorizzare professionalità Il consigliere regionale Silvano Rometti (SeR) annuncia una mozione per impegnare la Giunta “ad assumere tutte le iniziative necessarie per valorizzare le professionalità e i servizi dell’ospedale di Assisi”. In particolare la chirurgia plastica “che potrebbe diventare polo d’eccellenza”, ma anche “creando un polo aziendale di chirurgia pediatrica in regime di day surgery e razionalizzando i tre reparti di indirizzo medico”. “L’ospedale di Assisi – ricorda Rometti – è stato per molti anni un punto di riferimento, regionale e non solo, per l’erogazione di prestazioni sanitarie di alto livello in una città che, data la propria vocazione turistica, richiede una sua specificità anche nell’ambito del panorama sanitario.

Non di meno, negli ultimi anni il medesimo nosocomio è stato oggetto di un progressivo depauperamento delle strutture a seguito della chiusura di servizi importanti come punto nascita, ostetricia, ginecologia, chirurgia generale.

Tuttavia, presso l’ospedale assisiate sono presenti operatori sanitari (medici, infermieri, tecnici-sanitari) in possesso di un’alta professionalità e di una considerevole esperienza professionale che potrebbero, nelle condizioni opportune, svolgere ulteriori attività specialistiche.

Quindi – aggiunge Silvano Rometti – seppure tenendo fede ad una logica di integrazione e razionalizzazione dei servizi sanitari a livello regionale, si potrebbero migliorare e potenziare alcuni servizi già erogati dall’ospedale di Assisi, in particolare: incrementando l’attività di chirurgia plastica fino a far diventare detto ospedale un polo di eccellenza della chirurgia plastica-ricostruttiva; creando un polo aziendale di chirurgia pediatrica in regime di day surgery; razionalizzando la presenza dei tre reparti di indirizzo medico riducendoli a due mediante l’accorpamento dell’Unità integrata per lo scompenso cardiaco con la Medicina generale, potenziando le attività afferenti allo scompenso cardiaco e lasciando diversamente collocata la medicina a ciclo breve con le proprie funzioni e prerogative”. Nuova pagina 1

Euronews Live

Eventi in Umbria

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*