Civica di Piegaro e Comitato Pievaiola lanciano petizione per far riaprire a pieno regime gli Uffici Postali in Umbria

 
Chiama o scrivi in redazione


Civica di Piegaro e Comitato Pievaiola lanciano petizione per far riaprire a pieno regime gli Uffici Postali in Umbria

Civica di Piegaro e Comitato Pievaiola lanciano petizione per far riaprire a pieno regime gli Uffici Postali in Umbria

Dopo aver unito le forze sulla sicurezza stradale ed aver promosso una petizione popolare nel 2017 che ha raggiunto 4 mila firme che di fatto ha dato il via ai lavori sulla strada Pievaiola , la Civica Piegaro e il Comitato Pievaiola di nuovo insieme, questa volta una nuova petizione con una raccolta firme con l’intento di persuadere in modo deciso la Direzione di Poste Italiane nella riapertura a pieno regime degli Uffici Postali in tutta la Regione Umbria.

“La riduzione dei giorni di apertura degli uffici postali – esordisce Augusto Peltristo Capogruppo della Civica e Portavoce del C.P. – provoca disagi e disservizi a tanti cittadini e causa difficoltà negli spostamenti”.“Il maggior afflusso di persone che si crea negli unici uffici aperti porta alla formazione di pericolosi assembramenti, inoltre nelle nostre richieste chiediamo che venga messo a disposizione più personale“.

Più di un mese fa il gruppo consiliare della Civica aveva scritto nuovamente alla Direzione Generale di Poste Italiane, al presidente ANCI, al presidente della II Commissione Regionale e ai Prefetti di Perugia e Terni.

Nella risposta a nome del Direttore della Filiale di Perugia Dr. Angela Martino, afferma che Poste Italiane si impegnerà a rivalutare tali interventi a livello nazionale e attuare un progressivo ripristino dell’offerta, aggiungendo che visto il periodo estivo, con relativa flessione dei servizi, gli orari rimarranno i medesimi attualmente in vigore.

“Dopo tale risposta praticamente confermando di fatto il totale immobilismo – aggiunge Peltristo – in aggiunta alla manifestazione dell’ANCI, a cui hanno partecipato anche alcuni consiglieri regionali e parlamentari umbri, con la lista e gli amici del C.P. abbiamo deciso di scendere in campo con la determinazione che ci contraddistingue e di dare la parola o meglio la penna alla volontà popolare che siamo sicuri riuscirà a prevalere sulla logica del profitto e dei grandi numeri”.

La Petizione verrà effettuata in due modalità, cartacea e sul web.

“Daremo l’opportunità a più persone possibili di sostenerci in questa battaglia – conclude il Portavoce – apponendo una firma o con semplice click sul cellulare e far sentire finalmente la propria voce e prevalere l’interesse collettivo.”

Qui il link per la petizione online.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*