Apertura pista ghiaccio a Perugia ritardata a causa dello scirocco

“Perugia: La pista di ghiaccio che sfida le intemperie e la logistica

Apertura pista ghiaccio a Perugia ritardata a causa dello scirocco
ph silvia angelici

Apertura pista ghiaccio a Perugia ritardata a causa dello scirocco

Apertura pista ghiaccio – A Perugia, la città si sta preparando per il “Natale Perfetto”, una serie di eventi festivi organizzati dal Comune e dal Consorzio Perugia Incentro. Tuttavia, uno degli eventi più attesi, la pista di ghiaccio ai Carducci, ha dovuto posticipare la sua apertura per ben due volte. Il motivo? Le intemperanze climatiche e alcuni problemi logistici.

David Dancelli, il proprietario della pista, spiega che non è la prima volta che si verificano tali problemi. Anche le piste di Foligno, Tarquinia e Viterbo, gestite dalla sua famiglia, sono state chiuse a causa delle temperature troppo elevate. “Il motore non è regolabile, lavora da subito alla massima potenza. Quando trova la giusta temperatura, stacca in autonomia. E’ successo quello che è successo in tutta Italia: scirocco e poco freddo. Il 28 sera avevamo tre centimetri di ghiaccio. Poi si è messo a soffiare il vento caldo, che ha vanificato il processo di congelamento”, spiega Dancelli.

Ma non è solo il clima ad essere un ostacolo. Anche la conformazione della pista, unica in tutto lo Stivale per grandezza e articolazione, ha inciso sui tempi del montaggio. “Abbiamo adeguato una pista ad una piazza, tra l’altro tra le più ventose dell’acropoli”, sottolinea Dancelli.

Nonostante questi ostacoli, l’inaugurazione della pista di ghiaccio è prevista per giovedì. Fino al 7 gennaio, i visitatori potranno pattinare tra le aiuole e le fontane dei Giardinetti con 8 euro per mezz’ora e 10 euro per un’ora, a condizione che il tempo lo permetta.

In conclusione, la pista di ghiaccio di Perugia è un esempio di come le sfide possono essere trasformate in opportunità. Nonostante le difficoltà, la città è pronta a celebrare il Natale in grande stile, offrendo ai suoi cittadini e ai visitatori un’esperienza unica e indimenticabile. E come recita un vecchio adagio, “Nel bene o nel male, l’essenziale è che se ne parli”. E a Perugia, di questo Natale Perfetto, se ne parla eccome.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*