Morte imprenditore a Gualdo Tadino, c’è un secondo indagato

Morte imprenditore a Gualdo Tadino, c'è un secondo indagato

Morte imprenditore a Gualdo Tadino, c’è un secondo indagato

Si allarga il numero degli indagati per la morte dell’imprenditore gualdese di 54 anni, schiacciato da un muletto sabato sera. Si tratta della moglie del sessantaquattrenne indagato, l’autotrasportatore amico della vittima, già iscritto nel registro con l’accusa di omicidio colposo aggravato dalla violazione di norme antinfortunistiche.


Fonte: Quotidiani locali dell’Umbria
web e carta stampata


Il coinvolgimento della donna nell’inchiesta è un atto dovuto, perché a lei è intestata la ditta e lei è la proprietaria del camion su cui sabato sera il marito e l’imprenditore morto stavano caricando il muletto. Anche la moglie si è affidata alla tutela dell’avvocato Ubaldo Minelli.

Il sostituto procuratore Gianpaolo Mocetti ha anche proceduto a disporre l’autopsia, conferendo l’incarico al medico legale Sergio Scalise. L’esame autoptico ritenuto necessario per accertare le cause della morte di dell’imprenditore.

L’incarico sarà formalizzato nella giornata odierna alle ore 13 all’ospedale regionale Santa Maria della Misericordia di Perugia, dove nel frattempo è stato trasportato il corpo dell’uomo. L’esame sulla salma sarà eseguito mercoledì. Il pm ha anche individuato come parti offese sette tra genitori, moglie e figli della vittima.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*