Alluvione Villa Pitignano, Roberto Chiesa: «Non ci siamo fermati un attimo»

Alluvione Villa Pitignano, Roberto Chiesa: «Non ci siamo fermati un attimo»

di Marcello MIgliosi
«Noi, dopo la bomba d’acqua di ieri, abbiamo trovato tutta la zona di Villa PItignano in particolare, ma anche Ponte Felcino, allagata. Siamo dovuti intervenire subito con molte idrovore per andare a svuotare scantinati, ma soprattutto il problema più grande era l’allagamento totale dei sottopassi». Sono le parole di Roberto Chiesa dirigente Prociv comune di Perugia.

  • La macchina della protezione civile di è mossa

«Oltre 24 ore di lavoro – dice – per cercare di liberare il sottovia e, insieme ai vigili del fuoco, siamo pompando acqua da ore». Chiesa ricorda come la macchina del soccorso della Protezione civile regionale si sia  mossa immediatamente. I moduli prociv sono arrivati da Marsciano, Bastia Umbria, da Avigliano Umbro più la protezione civile di Perugia».

«Un’auto – racconta – è rimasta prigioniera dell’acqua prima e del fango poi, per fortuna nessuno si è fatto male anche se, come saprete già, abbiamo evacuato una palazzina».

  • La scuola di Ponte Felcino

L’attività non si ferma, tant’è che i risultati si vedono e domani, salvo complicazioni, il sottopassaggio sarà riaperto. «Sì – conferma Chiesa – ci sono ancora allagamenti che stiamo cercando di drenare. La scuola di Ponte Felcino, per esempio, ha problemi e stanno lavorando i vigili del fuoco. C’è poi – aggiunge – il problema delle fognature, sono piene di fango e vanno ripulite subito. Lavoreremo sì anche la notte, ma il grosso lo faremo di giorno».

  • A lavorare sono tantissime persone

A lavorare sono tantissime persone, dalla Protezione civile ai vigili del fuoco, dagli operai del comune ai volontari…insomma una mobilitazione imponente. Sul posto si è recato il sindaco Andrea Romizi, anzi è bene dire che il primo cittadino è arrivato ieri sera prima di tutti quanti, poi Luca Merli…insomma la macchina comunale del soccorso pare abbia risposto puntuale e precisa.

  • i numeri di telefono

Due i numeri di telefono da chiamare per le segnalazioni e le urgenze: 075 577 3116 – 3117.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*