Terni, possibile revocare le ordinanze a seguito degli incendi di febbraio

Terni, possibile revocare le ordinanze a seguito degli incendi di febbraio

Terni, possibile revocare le ordinanze a seguito degli incendi di febbraio

Conclusa le campagna di analisi di Arpa Umbria sui campioni alimentari prelevati da Usl Umbria2; inquinanti sotto i limiti previsti dalle norme

Sulla base dei risultati ricavati dalle analisi effettuate dai laboratori di Arpa Umbria e dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Umbria-Marche,  nel corso di una riunione a cui hanno partecipato anche i dirigenti e tecnici di USL Umbria 2, si è concordato di proporre ai sindaci di Terni, Narni e Stroncone di revocare le ordinanze emesse a seguito degli incendi sviluppatisi a Terni alla fine del mese di febbraio presso l’impianto di trattamento rifiuti Ferrocart di via Vanzetti e presso la ditta Medei, sita in via di Sabbione.

I risultati delle analisi effettuate su matrici alimentari, vegetali e animali, hanno infatti scongiurato danni ambientali rilevanti, restituendo risultati che indicano la presenza di inquinanti al di sotto dei valori limiti previsti dalle normative in materia.


Da Arpa Umbria


INCENDIO FERROCART

Per l’incendio scoppiato il 20 febbraio 2022 presso l’impianto di trattamento di rifiuti Ferrocart, sito in via Vanzetti, si è proceduto alla ripetizione dell’analisi di un campione di latte ovino.

Il campionamento è stato ripetuto a distanza di 13 giorni dal primo per verificare eventuali effetti di magnificazione, che è il fenomeno per cui alcune sostanze inquinanti aumentano progressivamente la propria concentrazione nei vari passaggi della catena alimentare.

Sabbione, Terni, incendio in area esterna azienda di trasporti, scuole chiuse 🔴📸 FOTO E VIDEO

Come si può vedere dalla Tabella 1, il confronto dei dati fra i due campioni evidenzia un piccolo incremento di tutti i risultati sul secondo campione, che tuttavia risulta, dal punto di vista analitico e statistico, del tutto irrilevante, consentendo di escludere il fenomeno sopra riportato della magnificazione.

Tabella 1

Per quanto riguarda l’esame dei foraggi per animali nelle aree interessate da questo evento, i campioni prelevati dall’Usl Umbria 2 e analizzati dall’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Umbria- Marche (IZSUM), “hanno dato – secondo quanto dichiarato dallo stesso Istituto Zooprofilattico –  esito conforme, ribadendo quindi il trend positivo osservato già per gli alimenti”.

 Incendio presso ditta Medei

Rispetto all’incendio sviluppatosi presso la ditta Medei il 28 febbraio 2022, sulla base dei modelli di massima ricaduta delle polveri contenute nei fumi, i servizi competenti dell’UslUmbria2 hanno provveduto a prelevare 5 campioni di vegetali e 5 campioni su matrici alimentari (uova) come riportato nelle Tabelle 2 e 3. I campioni sono stati esaminati analiticamente dal laboratorio di Arpa a Terni.

Tabella 2
Tabella 2
Tabella 3

Dall’esame della Tabella 2 per i vegetali e della Tabella 3 per gli alimenti di origine animale, si evidenzia che tutti i risultati relativi a Diossine e PCB (Policlorobifenili)delle matrici campionate dalla USL Umbria2 nell’area di massima ricaduta individuata dal modello, risultano al di sotto livelli di azione previsti dalla Racc. 2017/663/UE.

In Tabella 4 sono riportati i risultati degli Idrocarburi Policiclici Aromatici (benzo(a)pirene e Somma di Benzo(a)pirene, Benzo(a)antracene, Benzo(b)fluorantene e Crisene).

Da Arpa precisano che per le matrici vegetali, relativamente agli IPA, non esistono limiti massimi normati.

Tabella 4

In base a questi risultati, nel corso di una riunione che si è svolta presso la sede di ARPA, alla presenza dei dirigenti e tecnici di USL Umbria 2 e dell’Istituto Zooprofilattico Sperimentale Umbria-Marche, si è concordato di proporre ai Sindaci di Terni, Narni e Stroncone di revocare le ordinanze emesse a seguito dei due incendi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*