Premio Braccio Fortebraccio, consegnati i riconoscimenti alla Sala Sant’Anna

Premio Braccio Fortebraccio, consegnati i riconoscimenti alla Sala Sant'Anna

Premio Braccio Fortebraccio, consegnati i riconoscimenti alla Sala Sant’Anna

Si è svolta venerdì 29 ottobre la cerimonia di assegnazione dei riconoscimenti nell’ambito del Premio Braccio Fortebraccio. Un premio, destinato a personalità del mondo della cultura, della società civile, della medicina, dello sport, del giornalismo, organizzato dal Csen (Centro Sportivo Educativo Nazionale) della provincia di Perugia e intitolato ad un grande personaggio della storia cittadina, Braccio Fortebraccio, le cui gesta sono state riproposte dall’evento “Perugia 1416”.  La cerimonia di premiazione si è svolta nella Sala Sant’Anna, in viale Roma a Perugia.


Da Perugia Comunica, ufficio stampa comune


A ricevere il premio, personaggi che hanno dato lustro alla città di Perugia e all’Umbria in tutto il mondo. A salire sul palco: l’allenatore del Perugia dei miracoli Ilario Castagner; la presidente dell’Istituto Serafico di Assisi Francesca Di Maolo; Auro Caraffa, professore ordinario dell’Università di Perugia e direttore della Clinica di Ortopedia e Traumatologia dell’Ospedale Santa Maria della Misericordia di Perugia; la dirigente del Csen Delia Piralli, componente del consiglio nazionale Coni; il giornalista Massimo Boccucci, che ha partecipato come responsabile stampa e comunicazione per la Repubblica di San Marino alle Olimpiadi di Tokyo; l’imprenditrice Teresa Severini, la prima donna enologa in Italia e presidente dell’associazione Perugia 1416; il gruppo storico La Compagnia del Grifoncello, punto di forza dell’evento “Perugia 1416”, e Andrea Romizi, in qualità di sindaco della città ospitante.

Gli organizzatori di CsenPerugia, ente di promozione sportiva che conta 420 società affiliate con 25 mila iscritti, hanno previsto che il premio di anno in anno si svolgerà in sedi diverse per diffondere le gesta di Braccio Fortebraccio, presente alla manifestazione con Alexio Bachiorri che lo ha rappresentato in “Perugia 1416”. Con il condottiero anche dame e cavalieri in costumi d’epoca in rappresentanza dei cinque rioni cittadini. Intanto è stata già individuata la sede della prossima edizione e a raccogliere il testimone sarà il sindaco di Assisi, Stefania Proietti.

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*