Primi d'Italia

Regionali, Zanetti: no al conservatorismo, SC appoggia ‘Cambiare in Umbria’

“Scelta Civica ha deciso di appoggiare i candidati Giovanni Ceccotti e Nadia Isodori della lista “Cambiare in Umbria” perché sono espressione di quel rinnovamento che ci contraddistingue e ci separa dalle posizioni più conservatrici espresse anche dal Pd”. Così il sottosegretario al Mef e segretario di Scelta Civica, Enrico Zanetti arrivato a Terni per la campagna elettorale in vista del voto di domenica insieme alla deputata Adriana Galgano e al coordinatore regionale del partito Michele Ricciardi.

Di bisogno di cambiamento ha parlato anche la parlamentare che ha evidenziato come “in Umbria la situazione sia davvero seria: abbiamo il 20% in meno del Pil delle regioni del Centro, ci sono 160 vertenze aperte e le grandi aziende, ad iniziare da Ast per finire con la Perugina, sono in crisi – ha detto Galgano – Dal 2008, inoltre, abbiamo visto fallire un’impresa ogni tre giorni e la disoccupazione ha toccato livelli altissimi”.

“Abbiamo scelto di appoggiare i candidati Ceccotti e Isidori della lista “Cambiare in Umbria” – ha aggiunto la deputata – proprio perché c’è bisogno di amministratori capaci che sappiamo innovare e promuovere lo sviluppo di questa regione. Agli elettori – ha chiuso – vorrei dire di andare a votare perché soltanto così possiamo davvero cambiare in meglio il futuro dell’Umbria”.

A chiudere il giro di interventi è stato il coordinatore regionale Michele Ricciardi: “Quella di Ricci è una candidatura civica cui soltanto in seguito si sono accodati i partiti. Da qui il nostro appoggio che si lega anche alle sue doti di ottimo amministratore visto il suo operato ad Assisi dove a fronte del taglio della spesa, non sono aumentate le tasse e sono rimasti inviariati i servizi. Ecco – ha chiosato Ricciardi – questa è la strada che vogliamo venga perserguita anche in Regione, per questo appoggiamo Ceccotti e Isidori. Due civici capaci e onesti che, insieme a Ricci, possono risollevare l’Umbria”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*