Marocchino morde vigilante a Colombella, polizia lo arresta

Tunisino arrestato doveva scontare 3 anni e più per droga ora è a Capanne

Marocchino morde vigilante a Colombella, polizia lo arresta

COLOMBELLA – Stanotte le Volanti si sono portate a Colombella, dove, durante una sagra paesana, un giovane nordafricano era venuto alle mani con una persona addetta alla sicurezza. Tutto è iniziato quando il vigilante, accortosi che il ragazzo – un cittadino marocchino classe 1995 – stava importunando altre persone, gli ha intimato di smetterla e di andarsene a casa. A quel punto, il 20enne, alterato dai fumi dell’alcool, ha avuto uno scatto d’ira nei suoi confronti, cominciando ad insultarlo e a dirgli di non impicciarsi. Ne è scaturita in breve una colluttazione, nel corso della quale il maghrebino – già gravato da alcune denunce per lesioni personali – si è distinto per la sua aggressività.

Egli, infatti, si è letteralmente avventato contro la guardia giurata, non risparmiandole neppure un morso all’avambraccio. L’arrivo immediato delle Volanti ha impedito al giovanotto di dare ulteriore sfoggio del suo temperamento, visto che gli agenti si sono subito prodigati per separare i contendenti. Tutto finito? No, perché il marocchino non ne aveva ancora avuto abbastanza. Così, egli ha inveito ripetutamente contro i poliziotti, minacciando che gliela avrebbe fatta pagare ed insultandoli platealmente.

Poi – dopo aver aggiunto qualche confusa considerazione sulla presunta superiorità delle forze dell’ordine marocchine rispetto a quelle italiane – il ragazzo si è scagliato contro due agenti, procurandogli alcune contusioni alla spalla e alla mano successivamente giudicate guaribili in 5 giorni. Alla fine, seppur con molta fatica, egli è stato domato e condotto in Questura. Qui, ultimati gli accertamenti di rito, la Polizia ha arrestato il nordafricano per i reati di resistenza, minacce e lesioni a P.U., con contestuale denuncia per oltraggio a P.U. In mattinata, il 20enne verrà giudicato per direttissima.

Marocchino morde vigilante

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*