Rimpasto giunta Romizi, a Perari il personale, arredo urbano e semplificazione

Rimpasto giunta Romizi, a Perari il personale, arredo urbano e semplificazione

Rimpasto giunta Romizi, a Perari il personale, arredo urbano e semplificazione E’stata ufficializzata dal Sindaco Romizi in apertura della seduta odierna del Consiglio comunale la nuova ripartizione delle deleghe tra i membri della giunta, a seguito delle dimissioni presentate venerdì scorso dall’onorevole Prisco. A Massimo Perari vanno il personale, l’arredo urbano, la semplificazione amministrativa e i rapporti con il consiglio comunale. Al Vice Sindaco Urbano Barelli le società partecipate, mentre l’assessore Michele Fioroni avrà la delega all’urbanistica ed edilizia privata.

Al posto di Perari in consiglio comunale ha fatto, quindi, il suo ingresso Giacomo Cagnoli tra le fila di Forza Italia, dopo che il consiglio stesso ha votato la surroga, approvandola con i 18 voti favorevoli dei consiglieri di maggioranza e del consigliere Arcudi. Pd, Psi e M5S non hanno partecipato al voto, come preannunciato nel corso del dibattito.

Critiche alle modalitàdella surroga sono state avanzate dalla capogruppo Pd Sarah Bistocchi, che ha stigmatizzato i tempi ristretti, la frettolositàe le modalitàpoco chiare con cui il procedimento èstato portato avanti ed ha reso noto di aver presentato un accesso atti al riguardo con relativa interrogazione urgente. Bistocchi ha quindi annunciato, a nome del gruppo Pd, di non prendere parte alla votazione.

Dello stesso avviso anche la capogruppo M5S Rosetti, che ha sottolineato come ai consiglieri non sia pervenuta per tempo nessuna comunicazione circa l’istruttoria di surroga. Per poter prendere atto della documentazione prima di procedere alla votazione, Rosetti ha quindi chiesto che venissero sospesi i lavori del consiglio. Posta in votazione, la proposta èstata peròrespinta con 11 voti a favore, 17 contrari e una astensione.

Anche il consigliere Pd Bori, ribadendo quanto affermato dalla sua capogruppo, ha chiesto la sospensione dell’atto di surroga, a causa della frettolositàcon cui lo stesso èstato, a suo avviso, portato in consiglio comunale. Anche questa richiesta, posta ai voti, èstata respinta dall’assemblea con 11 voti a favore e 16 voti contrari.

Il capogruppo Psi Carmine Camicia ha, dal canto suo, criticato la scelta da parte del Sindaco di nominare assessore lo stesso Perari, che egli ha definito “delfino della Sinistra”. “Questa nomina -ha detto- èfrutto di un accordo politico che porteràPerugia ancora piùindietro.”

Anche il consigliere Mirabassi ha, infine, chiesto la sospensione per verificare gli atti, invitando ad una maggiore trasparenza, mentre il forzista Tracchegiani ha ribadito come la volontàdel Sindaco e il subentro di Giacomo Cagnoli in Consiglio comunale fossero note da tempo a tutti. Ha invitato, quindi, i consiglieri di opposizione a votare la surroga.

A spiegare modi e tempi della surroga stessa è stato il Segretario Generale che ha precisato come gli uffici si siano preallertati giàda qualche giorno per l’istruttoria della pratica, dato che le dimissioni dell’assessore Prisco e la volontàdel Sindaco di nominare Perari in giunta fossero giànote da tempo. Una volta istruita, la pratica èstata inserita nell’apposito spazio sul sito dell’ente, a disposizione dei consiglieri. Quanto alla surroga, lo stesso Segretario ha precisato che gli uffici hanno provveduto a verificare la disponibilitàdella prima dei non eletti, la dottoressa Annalisa Mierla, che, tuttavia, ha prodotto al protocollo generale dell’ente la propria rinuncia, visto che ègiàvice sindaco del Comune di Umbertide. Cagnoli, secondo dei non eletti, ha invece sottoscritto la dichiarazione di non trovarsi in nessuna condizione ostativa alla carica di consigliere comunale. Gli uffici hanno comunque effettuato una verifica ulteriore presso altri uffici e istituzioni che hanno dato esito negativo, come ha riferito la stessa dott.ssa Vichi, che ha anche invitato i consiglieri, qualora siano a conoscenza di situazioni non note all’ente a dichiararle.

Al termine, la surroga èstata comunque approvata con 18 voti a favore.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*