Italicum, Galgano (SC): no voto segreto perciò mi astengo

Quadrilatero, Galgano: si apra la statale entro luglio
Adriana Galgano

Italicum, la deputata di Scelta Civica, Adriana Galgano ha deciso di astenersi ufficializzando la propria posizione alla Camera poco prima della votazione a scrutinio segreto sulla fiducia posta dal Governo Renzi sulla nuova legge elettorale. “Faccio parte dei referendari che in questi ultimi 20 anni si sono battuti perché agli elettori fosse consentito di scegliere – ha esordito – L’Italicum non lo consente. Abbiamo perso un’altra volta, ma la battaglia dei cittadini continua”.

Nella sua dichiarazione, la parlamentare ha fatto riferimento anche al percorso intrapreso in regione contro l’Umbricellum, testo contro il quale è stato depositato il ricorso al tribunale di Perugia per il contrasto rispetto ai principi espressi dalla Carta rilevato dalla stessa Galgano insieme al Comitato per la democrazia in Umbria. “Nella mia regione, l’Umbria, abbiamo appena ricorso contro la legge elettorale regionale perché incostituzionale – ha detto – Ci batteremo anche contro l’Italicum”.

“A chi dice di votarlo perché dobbiamo andare veloce rispondo che la velocità ha senso solo nella direzione indicata dai cittadini – ha precisato la deputata di SC – e per andare più veloce da subito sarebbe bastato riformare il regolamento della Camera.

Sono contro il voto segreto – ha chiosato – In una decisione così importante per il futuro del Paese, infatti, gli elettori devono sapere come si esprimono i propri rappresentanti e, siccome l’astensione è palese, ho deciso di astenermi”.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*