Ast Terni, Morto operaio in centro finitura

Incidente sul lavoro nel centro di finitura dell’Ast di Terni. Un operaio è morto stamani, in strada dei Confini, a qualche chilometro dalle sede principale dell’acciaieria ternana.

A perdere la vita è stato un 62enne di Terni – Enrico Pezzanera – titolare di una ditta esterna di autotrasporti, originario di Fratta Todina da tempo residente a Terni con la famiglia.

L’uomo, secondo una prima ricostruzione dei carabinieri, insieme al figlio, stava svolgendo dei lavori di movimentazione di materiali ferrosi ed è stato colpito in pieno da rottami di ferro.

Il giovane – sempre secondo una prima ricostruzione – sarebbe stato alla guida di un macchinario che avrebbe improvvisamente colpito, con uno dei suoi bracci metallici, un cosiddetto ragno che lo avrebbe schiacciato contro il muro di un capannone, uccidendolo sul colpo. Inutili i soccorsi prestati dal ragazzo, ancora in stato di choc, e degli altri operai presenti sul posto.

Sul luogo dell’incidente i carabinieri, gli agenti della polizia scientifica, oltre al personale del 118. E’ giunto pure il magistrato di turno.

[divider] [divider]

Il consiglio regionale ha osservato un minuto di silenzio in memoria dell’operaio morto. A chiedere che l’assemblea rendesse in questo modo omaggio alla vittima è stato il presidente, Eros Brega.

A nome di tutto il gruppo del Partito democratico, anche Renato Locchi esprime commozione e cordoglio per la scomparsa dell’operaio sessantaduenne in un tragico incidente sul lavoro.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*