Sir Safety Conad, dopo il tour de force e la vetta della classifica parla coach Grbic

Concessi due giorni di riposo. Per l'allenatore a Civitanova sono emerse le qualità morali dei giocatori

Coach Grbic e Ter Horst

Sir Safety Conad, dopo il tour de force e la vetta della classifica parla coach Grbic 📸📸📸

Concessi due giorni di riposo. Per l’allenatore a Civitanova sono emerse le qualità morali dei giocatori

Civolevano in casa Sir Safety Conad Perugia dopo un tour de force incredibile nell’ultimo mese e mezzo e dopo gli ultimi dieci giorni di “trambusto” non solo tecnico ma anche mentale con le positività al covid di tre giocatori della rosa.
Due giorni meritatissimi che servono ai bianconeri per staccare un po’ la spina e che arrivano all’indomani della bella vittoria a Civitanova Marche contro la Cucine Lube.


Da Ufficio Stampa Sir Safety Conad Perugia


Vittoria piena, meritata e che è valsa il primo posto in classifica al termine del girone d’andata.

Vittoria di cui parla il tecnico di Perugia Nikola Grbic

“Ieri sono emerse le qualità morali di questi ragazzi e devo dire che i fuoriclasse che abbiamo si vedono soprattutto in questi momenti. Ci siamo trovati in una situazione molto complicata per via delle positività al covid, con pochi allenamenti da poter fare e non buoni allenamenti perché ovviamente c’era preoccupazione per noi stessi e per le nostre famiglie. Eravamo tutti tesi, era difficile entrare in palestra per fare allenamento e fare come se niente fosse. Perciò siamo stati molto bravi ad andare a Civitanova ed a giocare come abbiamo fatto. A loro mancavano dei giocatori importanti come Juantorena, hanno avuto anche l’infortunio di Lucarelli durante il match, ma hanno giocato veramente bene per le condizioni in cui erano e noi siamo stati bravi a tenere con la testa ed a capire che, appena molliamo un attimo la pressione, una squadra come la Lube rientra subito. È stata una partita vera, sono molto contento di averla vinta nonostante le difficoltà e sono tre punti pesantissimi”.

Grbic passa ad alcune considerazioni di ordine tecnico.

“Quella di ieri è stata una delle nostre migliori partite in attacco, mentre in battuta magari non una delle peggiori, ma sicuramente abbiamo inciso poco soprattutto con i nostri uomini chiave. Però dai servizi tattici abbiamo tratto profitto e poi la nostra correlazione muro-difesa ha prodotto tante rigiocate che abbiamo concretizzato con un contrattacco efficace.

I complimenti del coach ai suoi ragazzi

Faccio i complimenti a Oleh e Thijs (Plotnytskyi e Ter Horst, ndr) che si sono fatti trovare pronti in una partita importante come questa. Non era affatto facile, invece hanno tenuto bene il campo e dato il loro contributo confermando ancora una volta, come dico da inizio stagione, che la nostra panchina lunga e un grande valore aggiunto”.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*