De Luca (M5S): “Basta personalismi, servono umiltà e coraggio”

Thomas De Luca (M5S) su incendio all'impianto rifiuti ASM. "L'incapacità gestionale pone un problema di sicurezza dei lavoratori."

De Luca (M5S): “Basta personalismi, servono umiltà e coraggio”

“Non possiamo continuare ad essere ostaggio di personalismi e clientele. L’Umbria ha bisogno di una rivoluzione, non di una restaurazione”. Appello all’unità del capogruppo in consiglio regionale del Movimento 5 Stelle, Thomas De Luca, in vista delle elezioni amministrative in programma tra settembre e ottobre in 12 comuni dell’Umbria. Si voterà a Città di Castello, Spoleto, Assisi, Bevagna, Bettona, Nocera Umbra, Amelia, Avigliano, Castel Giorgio, Montecastrilli, Otricoli e Parrano.

“Abbiamo l’obbligo di trasformare le prossime elezioni amministrative in un primo passo verso la nascita di una proposta che diventi nel corso degli anni spontaneamente strutturale – prosegue De Luca – non possiamo limitarci a creare un cartello elettorale agitando lo spauracchio delle destre, tentando la sorte con fusioni a freddo prive di contenuti. Le forze politiche progressiste hanno il dovere di costruire la migliore proposta possibile per chi vive nei comuni dell’Umbria, rivendicando con forza una visione del mondo basata su sostenibilità ambientale, giustizia sociale, sviluppo e innovazione”.

Appello all’unità, senza spazio ai personalismi, per combattere l’oscurantismo di una destra che sta minacciando i valori più profondi dell’inclusività, della solidarietà, dell’integrità ambientale: “La sanità pubblica regionale è sotto attacco come mai prima si era visto – prosegue il portavoce del M5S – stiamo rivivendo un medioevo dei diritti sociali e individuali.

LEGGI ANCHE – Green pass per consiglio regionale, De Luca: la Lega mente per difendere casta

Abbiamo il compito di costruire una comunità che metta al centro il valore dei beni comuni, che converga verso un modello basato sull’ecologia integrale, sullo sviluppo equo e sostenibile. Con l’obiettivo di annullare le disuguaglianze economiche, sociali, di genere. Possiamo costruire l’Umbria delle opportunità che crede nel progresso scientifico come possibilità di crescita e sviluppo.

Per farlo è necessario includere con pari dignità le forze politiche del fronte progressista, del mondo civico e dell’associazionismo che vogliono dare un contributo per la costruzione di un’alternativa chiara e definita”.

Proprio dai comuni dove si avvicinano gli impegni elettorali arriva l’occasione per dare vita ad un percorso federatore: “Uscendo dalle difficoltà della pandemia e anche dal rinnovamento dei quadri politici che come M5S abbiamo condiviso con alcune delle maggiori forze di centrosinistra – conclude De Luca – ritrovando confronto e partecipazione e magari l’utilizzo di strumenti come le primarie di coalizione. Oggi si rende necessario un appello all’unità e all’umiltà.

Gli umbri non si aspettano di tornare indietro, ma di andare avanti. Sono tanti gli elettori che desiderano riconoscersi nei valori in cui hanno sempre creduto. Gli umbri meritano uno sforzo da parte nostra che vada oltre gli individualismi e le piccole strategie di palazzo. Vale la pena esserci, rimboccarsi le maniche e costruire cercando di unire”.

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*