Trascinano a terra anziana e tentano di investire un uomo, arrestati in due

Le indagini hanno consentito di raccogliere elementi di responsabilità

Rubano auto e scippano donna, caccia alla gang della Panda arancione

Trascinano a terra anziana e tentano di investire un uomo, arrestati in due

I Carabinieri di Ponte San Giovanni, insieme a quelli delle compagnie di Perugia e Civitavecchia, hanno arrestato – con il regime dei domiciliari – due presunti rapinatori italiani. Ai due soggetti, riferisce il procuratore Raffaele Cantone in un comunicato, viene contestato il reato di rapina in concorso.

Le indagini hanno consentito di raccogliere elementi di responsabilità a carico degli arrestati in ordine a due fatti. Il primo dei quali consumato lo scorso 18 aprile ai danni di un’anziana nei pressi del cimitero di Ponte Valleceppi. Uno dei due avrebbe strappato con violenza la borsa tenuta in mano dalla vittima che, nel tentativo di opporsi, è stata trascinata a terra.


Armato fino ai denti, bloccato con spray urticante, arrestato straniero
Mirko Fringuello

Ne cadere la povera donna era stata costretta a lasciare la presa. I due malviventi, subito dopo, sono fuggiti a bordo di un’auto. Il giorno dopo, questa volta in concorso con un altro soggetto, avevano rubato uno zaino e una borsa da un’auto. I quell’occasione – a San Martino in Campo di Perugia – erano stati visti del proprietario del mezzo.

Nel tentativo di scappare non avevano esitato a tentare di investirlo.

Oltre ai reati contestati, uno dei due arrestati, è stato individuato è ritenuto  presunto responsabile dell’indebito utilizzo di una carta bancoposta,  rapinata all’anziana signora che avevano fatto stramazzare a terra.

I carabinieri della Stazione di Ponte San Giovanni, al seguito del maresciallo comandante Mirko Fringuello, dopo aver analizzato le immagini e aver ascoltato i testimoni delle due vicende, sono riusciti ad identificare i due giovani che sono strati posti agli arresti domiciliari e Perugia e Cerveteri.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*