Massa Martana, “Tentare l’impossibile per fare il possibile” libro su Pier Carniti

Sarà presentato sabato 4 giugno il libro scritto dalla sorella del sindacalista scomparso 4 anni fa

Massa Martana, “Tentare l’impossibile per fare il possibile” libro su Pier Carniti

Massa Martana, “Tentare l’impossibile per fare il possibile” libro su Pier Carniti

Sarà presentato sabato 4 giugno il libro scritto dalla sorella del sindacalista scomparso 4 anni fa

Tentare l’impossibile per fare il possibile” è il titolo del libro che ricorda l’azione e l’opera di Pierre Carniti che sarà presentato sabato 4 giugno 2022, alle ore 10, nel Chiostro di Santa Maria della Pace a Massa Martana.

A quattro anni dalla morte, il Comune di Massa Martana rende omaggio all’ex sindacalista della CISL, attraverso il libro scritto dalla sorella Flo Carniti.


da Riccardo Marcelli, coordinatore dell’area sindacale territoriale Terni – Orvieto


Perché Massa Martana? Perché l’ex sindacalista della Cisl è sepolto proprio nel cimitero del comune dove, dai primi anni Ottanta era solito trascorre le sue vacanze e il suo tempo libero.

Dopo il saluto del sindaco di Massa Martana, Francesco Federici, interverranno Franco Bentivogli, storico sindacalista della Cisl Nazionale, Giorgio Benvenuto, ex segretario generale nazionale della Uil e l’autrice Flo Carniti. Modera Alessandro Mauriello, Vicedirettore di Europolitiche.

Attraverso le testimonianze di politici, sindacalisti, giornalisti e uomini di cultura, questo libro ricostruisce il profilo di una persona a quattro anni dalla sua scomparsa, che ogni giorno metteva in gioco il suo rapporto con gli altri – in particolare con i lavoratori – in maniera leale, concreta, responsabile e lungimirante, lottando per il riconoscimento della loro dignità. Un vero leader che, per statura morale, competenza e autorevolezza, ha saputo reinterpretare l’attività sindacale e politica alla luce di una nuova cultura e di appartenenze ideali profonde, con un impegno autonomo e affascinante.

Una iniziativa voluta, oltre che dal Comune, dal suo amico fraterno nonché sindacalista in pensione della Cisl Ennio Camilli che ha fortemente voluto questa giornata tra memoria e ricordo.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*