Firmato bando internazionale Progetto Arca, I Love Norcia

CHIUNQUE VERRÀ A NORCIA DEVE ESSERE CONSAPEVOLE DI STARE IN UN LUOGO SICURO E PIÙ BELLO

Firmato bando internazionale Progetto Arca, I Love Norcia

Firmato bando internazionale Progetto Arca, I Love Norcia

NORCIA – Presentazione del progetto Arca della onlus I Love Norcia stamattina al nuovo centro polivalente. Tra i componenti dell’associazione anche la Regione Umbria e  il Comune di Norcia, presenti con i suoi massimi esponenti: la Presidente Catiuscia Marini e il Sindaco Nicola Alemanno che insieme al Presidente della Onlus,Vincenzo Bianconi e al Presidente dell’Ordine degli architetti, Giuseppe Capocchin, hanno firmato oggi il protocollo d’intesa per bandire un concorso internazionale di progettazione dell’Arca, un luogo fisico ‘benedetto’ anche da Renzo Piano dove poter guardare al futuro e alla ricostruzione degli edifici e della comunità.

Gli interventi introduttivi dei membri del consiglio del Onlus, moderati dal Dott Guido Valesini, hanno raccontato la loro esperienza e partecipazione all’interno della stessa, e che valore aggiunto può dare alla Comunità nursina, soprattutto in ottica della ricostruzione sia materiale che del tessuto sociale. S è passato alla descrizione del progetto ‘Arca’ e della sua visione lungimirante per costruire la Norcia che sarà.

“Un progetto che emoziona” dice il Prof. Davide Rampello del Politecnico di Milano, che ha moderato questa parte di dibattito e che “racchiude l’amore per la propria terra che i nursini hanno. Un progetto nato nell’emergenza ma che può tradursi in energia positiva”.

Presidente della Onlus,Vincenzo Bianconi che sottolinea come l’ “associazione debba avere radici piantate nella nostra terra ma da identità locali deve aprirsi al mondo. I valori ai quali dobbiamo ispirarci sono la sicurezza, la natura, la socialità, l’armonia, l’identità, la  gentilezza e l’ innovazione , partendo da qui- conclude – dobbiamo passare a qualcosa di diverso”.

L’ Arca sarà un luogo come ce ne sono pochi in Italia nel mondo “la sfida è far si che la ricostruzione si incontri con una visione lungimirante di comunità – dice la Presidente Marini – oggi Norcia è un punto di forza dell’identità e della vocazione economica di un territorio e la ricostruzione può diventare elemento di forza se guidata dalla Comunità, questa è una sfida anche per l’Umbria”.

Le conclusione della giornata, anzi un ‘prologo perché è la tua città’ come precisa il Prof. Rampello, sono affidate al Sindaco Nicola Alemanno. “Il progetto Arca da speranza al nostro territorio. Questa città non può accontenterei di ritornare alla condizione al 23 agosto 2016 ma avere l’ambizione e la sfida di guardare avanti.

I progetti che porteremo avanti da qui in avanti devono rappresentare un’ eccellenza, che siano visione di un percorso già avviato. Dobbiamo essere pronti – continua Alemanno – quando rientreremo in maniera importante sui mercati, sebbene non ne siamo completamente usciti.

Chiunque verrà a Norcia deve essere consapevole di stare in un luogo sicuro e più bello e per fare questo dobbiamo avere il coraggio di guardare  a quello che ci è accaduto e a quello che ci sta accadendo come Comunità e dobbiamo saperlo cogliere.

Il progetto Arca – conclude – è dunque uno dei grandi sogni da perseguire per la nostra comunità: sarà raggiungibile se insieme sapremo conservare il senso di solidarietà che dall’ Umbria, dall’ Italia e dal mondo, ha raggiunto la nostra terra”.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*