Elezioni Rsu pubblico impiego, la soddisfazione di Uil Fpl Umbria

(umbriajournal.com) by Avi News PERUGIA –  Esprime soddisfazione la Uil Federazione poteri locali (Fpl) Umbria per i risultati raggiunti alle elezioni per il rinnovo delle Rappresentanze sindacali unitarie nel pubblico impiego. “In sanità e nel settore delle autonomie locali – commenta Marco Cotone, segretario regionale di Uil-Fpl Umbria – rappresentiamo un lavoratore su tre. In particolare, in sanità il dato globale evidenzia che la Uil rispetto al 2012 è cresciuta del 2 per cento, la Cgil è calata del 18 per cento, la Cisl ha perso il 29 per cento. Il dato più rilevante è che nell’azienda ospedaliera di Perugia abbiamo raggiunto la maggioranza assoluta perché abbiamo preso 801 voti sui 1594 validi, praticamente doppiando le preferenze ottenute dalla seconda organizzazione, la Cgil”. Sempre in sanità, Uil Fpl Umbria ha raggiunto la maggioranza relativa sia all’Istituto zooprofilattico Umbria Marche che nell’azienda ospedaliera di Terni. “Su sei aziende sanitarie umbre – ha commentato Cotone – abbiamo la maggioranza in tre. Siamo molto soddisfatti perché, tenuto conto della situazione complessiva, del blocco dei contratti e del disagio lavorativo, l’affluenza al voto è stata importante. Ha partecipato più del 75 per cento degli aventi diritto. La volontà c’è stata e, a fronte del dato raggiunto, la partecipazione è per noi motivo di orgoglio”.

Nel settore delle autonomie locali il risultato più prestigioso è quello maturato nella Regione Umbria dove Uil Fpl si attesta, segnando una straordinaria crescita, come seconda organizzazione dietro la Cgil. “Abbiamo sfiorato il primato – ha confermato Cotone – per 20 voti. Mentre tre anni fa alla precedente tornata elettorale la differenza dalla prima era di 200 voti ed eravamo la terza organizzazione, ora abbiamo praticamente azzerato il gap. Il risultato della giunta regionale è significativo, sia per l’importanza dell’ente in quanto soggetto di programmazione e gestione, sia per la forza del risultato in sé. Sempre in ambito di autonomie locali, un notevole risultato è quello del territorio di Terni perché abbiamo raggiunto la percentuale più alta e superato la Cgil. Il dato di riferimento è il risultato complessivo di Uil fpl in termini percentuali che ci permette di essere i primi, mentre nel perugino i secondi”.

“Da questi dati – ha concluso Cotone – emerge come fra le tre confederazioni noi siamo l’unica che in parte conferma i risultati e in parte avanza, mentre Cgil e Cisl arretrano in entrambe i comparti in termini percentuali”.

 Carla Adamo

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*