Primi d'Italia

La filiera agroalimentare del Gruppo Grigi incontra il pubblico di Agriumbria

La famiglia Grigi con l'assessore Fernanda Cecchini

(umbriajournal.com)by Avi News BASTIA UMBRA – La filiera agroalimentare Food Italiae, dopo il lancio ufficiale avvenuto circa un mese fa, ha fatto ora il suo debutto al grande pubblico in quello che è probabilmente il principale palcoscenico di settore del centro Italia. Nell’edizione appena inaugurata di Agriumbria, tra gli oltre cinquecento espositori presenti, hanno fatto la loro comparsa anche i sette brand del Gruppo Grigi che compongono Food Italiae: vino, birra, salumi, uova, pasta biologica, farine e polli, caratterizzati e accomunati da alti livelli di qualità e sicurezza alimentare. Circa trecento prodotti marchiati Cantina Benedetti&Grigi, Birra Amèna, Antica Foma, Casetta Rossa, Aliveris, Molino Gatti e Pollo rurale. “Si tratta – ha spiegato Daniele Grigi, titolare del Gruppo Grigi – di una filiera verticale che vuole andare incontro alle esigenze del consumatore. Sulle etichette sono, infatti, contenute tutte le informazioni relative al prodotto. Solo per fare un esempio: dove è stato realizzato, cosa e quanto ha mangiato l’animale o dove è stato allevato. E sebbene siano destinati alla grande distribuzione, parliamo ovviamente di prodotti di alta qualità”.

Tipicità e legame con il territorio, tracciabilità e trasparenza sembrano insomma essere le parole chiave su cui si è basato il Gruppo Grigi per caratterizzare la sua filiera Food Italiae. “Questi – ha commentato Daniele Grigi – sono concetti che oggi sono un po’ sulla bocca di tutti ma che in pochi riescono a trasformare in fatti. Noi abbiamo questa forza. Il gruppo negli anni è riuscito a diversificarsi molto e adesso stiamo portando avanti questa nostra filosofia. Le aziende che fanno parte di Food Italiae sono tutte legate alla nostra famiglia e noi sappiamo bene cosa significa sporcarsi le mani lavorando la terra, producendo farina o allevando animali. Solo se conosci i problemi che stanno dietro a questo mondo riesci a portare avanti con successo simili attività”.

Fedele a questa mission aziendale e forte della sua cinquantennale esperienza, in concomitanza con Agriumbria, il Gruppo Grigi ha organizzato al centro congressi dell’Umbriafiere anche incontri di approfondimento con allevatori e consumatori. Durante le iniziative si è ragionato e discusso di approccio multifattoriale nell’allevamento del bovino da carne ed è stata presentata la nuova linea di mangimi biologici del Gruppo Grigi. La produzione e commercializzazione di alimenti zootecnici è, infatti, lo storico core business del Gruppo che ha la sua sede centrale proprio a Bastia Umbra, un’attività che riveste ancora oggi un ruolo fondamentale all’interno dell’azienda. “Noi nasciamo producendo e trasformando cereali – ha concluso Grigi – e la mangimistica è stata la nostra attività di partenza. In questo settore, entro settembre, porteremo a termine un investimento importante sullo stabilimento Valigi di Pontenuovo di Torgiano. Lanceremo un’industria iper moderna, uno dei primi mangimifici in Italia 4.0. Stessi obiettivi abbiamo per tutte le attività della filiera a dimostrazione di quanto crediamo nell’agricoltura e nella mangimistica”.

 

Nicola Torrini

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*