Va in ospedale per farsi medicare e ritorna a casa rubando ambulanza

Cadavere in abitazione a Corciano, un uomo di oltre settant'anni. Corpo trovao in via Settembrini, sul posto i Carabinieri

Stanotte le Volanti di Perugia si sono portate in tutta fretta presso la rotatoria di Via Donizetti, in quanto si era verificato il furto di una ambulanza da parte di un cittadino straniero.
Sul posto, gli agenti hanno individuato il veicolo segnalato sulla corsia di destra della rotonda e quindi ancora a ridosso dell’ospedale Santa Maria della Misericordia.
Una volta bloccato il mezzo, hanno verificato chi vi fosse alla guida.
Si tratta di un 50enne peruviano, che non lavora come operatore sanitario, e che ha subito manifestato inequivocabili segni di ubriachezza.
Fermato il sudamericano, gli uomini delle Volanti si sono recati presso il nosocomio perugino per accertare cosa fosse accaduto.
E’ emerso che il peruviano – J.V.M.Y le sue iniziali – era andato al pronto soccorso nella tarda serata del 30 aprile, per farsi medicare una lieve ferita.
L’uomo si è presentato ubriaco e ad un certo momento, mentre si trovava ancora in sala d’attesa, si è alzato ed inopinatamente se ne è andato via.
Nessuno poteva prevedere, però, che gli venisse in mente di tornare a casa con un veicolo molto diverso da quello con cui aveva raggiunto l’ospedale.
Fatto è che il peruviano ha puntato un’ambulanza utilizzata per servizi di trasporto occasionali, è riuscito ad avviare il motore ed è uscito dal Santa Maria della Misericordia.
L’arrivo immediato delle Volanti, però, non gli ha permesso di fare molta strada.
Così, la Polizia ha restituito il mezzo al nosocomio perugino ed arrestato in flagranza il sudamericano con l’accusa di furto.
Per J.V.M.Y. – che domattina sarà processato per direttissima – anche una denuncia per guida con patente revocata ed in stato di ebbrezza.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*