Terremoto, continuano i sopralluoghi nello spoletino VIDEO

Sotto il coordinamento del Centro Operativo Comunale (COC) della Protezione Civile di Spoleto, sono già operative due squadre AEDES

Terremoto, continuano i sopralluoghi nello spoletino VIDEO

Terremoto, continuano i sopralluoghi nello spoletino SPOLETO – Continuano i sopralluoghi nello spoletino a seguito della scossa di magnitudo 4.1 di lunedì 2 gennaio alle ore 4.36 con epicentro nella zona di San Giacomo di Spoleto.

Nella giornata di ieri una squadra AEDES della Regione dell’Umbria ha effettuato una serie di verifiche concentrandosi ad Azzano, la località più colpita dal sisma, dove si sono riscontrati gravi danni, tra cui il crollo di un tetto. Nella zona di Azzano sono stati compiuti sopralluoghi su sei immobili. Quattro di questi sono risultati inagibili.

Stamani, sotto il coordinamento del Centro Operativo Comunale (COC) della Protezione Civile di Spoleto, sono già operative due squadre AEDES. Una con il compito di ultimare le verifiche ad Azzano, l’altra che si occuperà della frazione di San Giacomo.

Operano inoltre, 0ltre alle due squadre formate da tecnici abilitati Aedes (Agibilità e danno nell’emergenza sismica), quattro squadre per le verifiche di agibilità con procedura FAST (Fabbricati per l’Agibilità Sintetica post-Terremoto) che si concentreranno nelle aree più vicine all’epicentro tra le quali Palazzaccio, dove alcune situazioni hanno richiesto l’intervento dei Vigili del Fuoco.

Sono, infatti, 108 interventi dei vigili del fuoco per verifiche e rimozione di parti pericolanti, in particolare ad Azzano, la frazione più colpita, e a San Giacomo e Palazzaccio in Poreta. Sono presenti in sala operativa circa 50 richieste di verifiche e messa in sicurezza e rimozione di parti pericolanti.
Sul posto hanno operato le squadre dei distaccamenti di Spoleto e Foligno ed il funzionario di turno.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*