Primi d'Italia

Pubblico e privato fanno squadra: così “Vertigine Umbra” decolla Milano

Agostini-Colaiacovo
Agostini-Colaiacovo

da Lara Partenzi
PERUGIA – L’alleanza tra pubblico e privato per esportare le bellezze dell’Umbria, anche le più nascoste e sconosciute, e promuovere la nostra regione come destinazione turistica rafforzandone l’immagine oltre i confini nazionali. E di certo Expo 2015 è un treno da non perdere. E’ con questo spirito che sotto il cappello di “Umbria Experience”, l’iniziativa organizzata dalla Regione Umbria in occasione di Expo 2015, ieri a Milano è stata presentata la mostra “Vertigine Umbra – L’Umbria vista dall’alto tra realtà e immaginazione: aeropittura, aerofotografia, stampa antica, drone” voluta dalla Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia ed organizzata dalla Fondazione Cariperugia Arte ed allestita a Perugia, a Palazzo Baldeschi, fino al prossimo 25 ottobre. All’iniziativa milanese organizzata dalla Regione Umbria e dal Centro Estero Umbria che si è tenuta presso lo spazio ADI – Associazione per il Design Industriale – hanno preso parte Mauro Agostini, direttore generale di Sviluppumbria, Carlo Colaiacovo, presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, Giuseppe Depretis, presidente della Fondazione Cariperugia Arte e Federico Zacaglioni, amministratore delegato di SkyRobotic, azienda umbra che si occupa della produzione e progettazione di droni, i nuovi strumenti tecnologici dai quali sono stati ripresi molti dei video che si possono ammirare visitando “Vertigine Umbra”.

Durante l’incontro è stato spiegato che la mostra è frutto di un progetto collettivo nato all’interno della Fondazione Cariperugia Arte che si è potuto però sviluppare grazie alla sinergia di più soggetti che hanno collaborato all’allestimento di un percorso che spazia dagli splendidi dipinti di Gerardo Dottori e Alessandro Bruschetti – alcuni dei quali ottenuti grazie al supporto dell’Associazione Archivi Dottori altri di proprietà della Fondazione Cassa di Risparmio – alle foto scattate dall’alto dal fotografo umbro Paolo Ficola, senza tralasciare il passato immortalato nelle stampe antiche e dalle aerofotogrammetrie e il presente delle immagini di città, bellezze architettoniche, fiumi e montagne umbre catturate dai modernissimi droni.

La mostra, dunque, come sottolineato da Mauro Agostini, è pienamente coerente con l’impostazione promozionale di Sviluppumbria, che vede nel progetto la possibilità di far conoscere anche a livello internazionale le potenzialità nascoste del territorio umbro grazie alle immagini che ritraggono squarci indimenticabili, eternizzati dal contrasto tra pennello, fotogramma e video, ideali per promuovere il territorio umbro a cavallo tra arte e natura. Il presidente Carlo Colaiacovo ha detto che la Fondazione Cassa di Risparmio di Perugia, per le risorse finanziarie che può mettere in campo, “è ben consapevole di rappresentare uno strumento di sviluppo e crescita economica” aggiungendo però che “la nostra azione, specie se l’obiettivo è quello di veicolare all’esterno l’immagine dell’Umbria con l’idea di attrarre visitatori e di stimolarne le potenzialità turistiche, non può essere svolto che in collaborazione con quelle strutture che già si occupano di promozione territoriale”.

Da qui il rapporto di collaborazione “che abbiamo avviato con la Regione Umbria e segnatamente con Sviluppumbria proprio con l’idea di avviare insieme, nel prossimo futuro, iniziative congiunte e mirate di promozione integrata, con particolare riferimento al settore turistico”, conclude Colaiacovo. Federico Zacaglioni di Skyrobotic si è soffermato sul fatto che i droni sono dispositivi nati in ambito militare ma hanno ora innumerevoli applicazioni nella vita di tutti i giorni (aerofotogrammetria, agricoltura di precisione, disaster management, cinema, sorveglianza) e nel contesto di “Vertigine Umbra” diventano uno strumento di arte, capace di offrire un punto di vista d’eccezione”. Oltre alla presentazione di “Vertigine umbra”, caratterizzata anche dalla suggestiva esibizione musicale del Tritone Trio, lo spazio di ADI – mille metri quadrati in Via Bramante 42 dove sorgerà la futura Casa del Design e prossima sede del Museo del Compasso D’Oro – ospiterà una serie di 25 eventi organizzati dalla Regione in collaborazione con il Centro estero umbro, le Camere di Commercio di Perugia e Terni, ADI e varie aziende che accompagneranno i cittadini milanesi e i visitatori internazionali nella scoperta del panorama umbro da qui al 31 Ottobre.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*