Parcheggio selvaggio su spazi disabili a Bastia Umbria

Parcheggio che viene regolarmente usato dai condomini, da chi ha un esercizio commerciale nel palazzo o semplicemente da clienti

Parcheggio selvaggio su spazi disabili a Bastia Umbria. Buonasera Marcello, sono E.R. (mail firmata) e le scrivo per segnalare una problematica in merito all’abuso del posto auto, riservato ai disabili, presso il condominio di Viale Umbria, 5 a Bastia (dove si trova la biblioteca comunale). Il condominio, dopo aver provveduto alla ristrutturazione del palazzo, in seguito al terremoto del 1997, ha modificato una piccola area di parcheggio, in Via Marsala, dedicandolo esclusivamente ai disabili che devono recarsi presso la Biblioteca comunale oppure presso i negozi o uffici del palazzo.

Parcheggio che però viene regolarmente usato dai condomini, da chi ha un esercizio commerciale nel palazzo o semplicemente da clienti (senza però avere un regolare permesso).

Ho chiamato più volte chi è preposto al controllo per segnalare le macchine parcheggiate ma, mi sono sentito rispondere, che il parcheggio è privato e loro non possono fare nulla e la responsabilità è del condominio e dell’amministratore. Dato che questo parcheggio è contrassegnato dalle strisce gialle a terra e dal simbolo dell’uomo in carrozzina, mi sono permesso di controbattere e mi è stato risposto che, mancando però la segnaletica verticale (che deve richiesta ed autorizzata dal comune), chiunque può parcheggiarci.

L’unica cosa che si può fare è chiamare il carro-attrezzi e far rimuovere la macchina. Il carro-attrezzi però lo deve pagare chi effettua la segnalazione o il condominio e, chiaramente, non è possibile fare alcuna contravvenzione. Va da se che, l’amministratore non chiamerà mai il carro-attrezzi per far rimuovere una macchina di un condomino o che faccia qualcosa che poi inciderebbe sul bilancio del condominio e, anche se fosse, non può certo stazionare davanti al nostro condominio per 24 ore.

Ho segnalato più volte la problematica alla amministratore pro tempore del condominio da circa 6 anni, allegando anche una formale richiesta di spiegazioni al verbale di assemblea ma, a distanza di mesi, non ho avuto alcuna risposta (sollecitando la risposta anche via PEC). Se questa vicenda è di Suo interesse, può contattarmi a questa mail.
Cordiali saluti.
E.R.

Print Friendly, PDF & Email

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*