Unipegaso

Degrado a Ponte San Giovanni, Consigliere Mori, amministrazione intervenga

A causa dell’incuria, in questa zona si è venuto a creare un habitat molto gradito a insetti, zanzare, mosche, topi

Degrado a Ponte San Giovanni, Consigliere Mori, amministrazione intervenga

Degrado a Ponte San Giovanni, Consigliere Mori, amministrazione intervenga

da Emanuela Mori (Consigliere Comunale)
PERUGIA – Mi trovo costretta a tornare nuovamente su un argomento che mi è particolarmente caro: le situazioni di degrado che purtroppo si verificano nei quartieri di Ponte San Giovanni e Pieve di Campo. Come denunciano le foto allegate, ci troviamo di fronte ad alcuni fatti difficilmente sopportabili, specie se per lungo tempo, da parte dei cittadini. Nello specifico, di fronte ai garage dei condomini di Via Primavera a Pieve di Campo, come ogni anno, sono tornate a passeggiare le serpi, molto probabilmente provenienti dalla sottostante scarpata della ferrovia, proprio di fronte alla stazione.

A causa dell’incuria, in questa zona si è venuto a creare un habitat molto gradito a insetti, zanzare, mosche, topi e, in questo periodo, purtroppo anche i rettili. I residenti sono giustamente preoccupati, anche per il fatto che il piccolo parco che sorge tra i palazzi e la rete di recinzione della zona ferroviaria, viene frequentato abitualmente da bambini, accompagnati dai genitori o dai nonni. Non deve essere piacevole l’incontro ravvicinato con topi (piccoli e grandi che siano); tantomeno con un rettile, sperando che non si tratti di una vipera.

Sempre a Pieve di Campo inoltre, i ragazzi che frequentano il locale campetto di recente sono stati costretti a rivolgersi ai vigili del fuoco, poichè un grosso ramo di pino rischiava di cadere proprio sul campo di gioco. A questo si aggiunge lo stato della tanto desiderata fontanella, realizzata in tempi brevissimi: sarebbe opportuno che venisse collegato il relativo serbatoio di raccolta alla rete fognaria, per lo smaltimento dell’acqua utilizzata. Anche in questo caso, i cittadini si sono rivolti più volte autonomamente ad Umbra Acque, ma finora senza successo.

Altra criticità che mi preme denunciare, è lo stato in cui versa il piazzale antistante la locale stazione ferroviaria (ora anche degli autobus – centrale umbra). Le piante a suo tempo erano state potate con cura e professionalità, ed i relativi getti tagliati in maniera consona, tanto da rendere il piazzale un luogo accogliente. Ma ovviamente i getti sono ricresciuti a dismisura, tanto che ora minacciano di sopraffare i tronchi, tornati ad avere una gradevole chioma. Auspico che il Comune di Perugia torni a prendersi cura della manutenzione di un luogo molto frequentato da coloro che partono o arrivano con treni e autobus di linea.

Faccio inoltre appello al buon senso ed alla collaborazione di RFI – impegno ribadito dalla dirigenza di RFI stessa, in occasione della commissione urbanistica del 27 maggio scorso – ma anche di ASL ed ARPA affinchè si interessino al risanamento periodico e costante, ed alla custodia del tratto di scarpata e di quegli spazi di proprietà delle Ferrovie o BUSITALIA.

Altra nota dolente, è lo situazione di abbandono in cui si trova il marciapiede destro di Via Adriatica (direzione superstrada) nei pressi dell’area commerciale: tale marciapiede costeggia la recinzione di un centro residenziale abbandonato a se stesso. Trovo ingiusto che i cittadini debbano subire una vera e propria invasione di arbusti, erbacce, veri e propri alberi (i più numerosi quelli di ailanto), e mi auguro che quanto prima il Comune intervenga per sanare l’area in questione, anche in vista dell’evento storico di “Velimna, gli Etruschi del Fiume”, in programma dal 26 agosto al 3 settembre: un appuntamento particolarmente atteso dai ponteggiani e non solo.

Mi aspetto che il Comune di Perugia – l’ente più vicino ai cittadini – faccia proprie queste segnalazioni di degrado, e dimostri la giusta attenzione per un territorio che appare poco considerato e valorizzato, viste anche le continue e pressanti lamentele dei residenti.

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento su Degrado a Ponte San Giovanni, Consigliere Mori, amministrazione intervenga

  1. Anche il Colle della Trinità è in stato di abbandono.
    Sia da parte della Provincia che dal Comune.
    Quest’ultimo non impone ai privati la pulitura del sottobosco, con il rischio anche di incendi, oltre alla presenza di animali pericolosi.

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*