Paolo Gentiloni a San Pellegrino e Norcia per inaugurare la mostra mercato del tartufo VIDEO

Gentiloni arriva a Norcia a sei mesi esatti dal sisma che provocò morte e distruzione nel Centro Italia

Paolo Gentiloni a San Pellegrino e Norcia per inaugurare la mostra mercato del tartufo

Paolo Gentiloni a San Pellegrino e Norcia per inaugurare la mostra mercato del tartufo  NORCIA – Inaugurata la 54^edizione della Mostra Mercato del Tartufo Nero e dei prodotti tipici della Valnerina, alla presenza del Premier Paolo Gentiloni. Il Capo del Governo è arrivato alle 15 in punto a San Pellegrino per far visita agli abitanti delle prime ‘casette’ consegnate. Successivamente ha raggiunto Norcia dove ha fatto un giro nel centro storico per poi recarsi allo Stadio Comunale Europa, nuova location degli stand espositivi. Con Gentiloni, la Presidente della Regione Umbria, Catiuscia Marini, il Commissario straordinario Vasco Errani ed il Capo Dipartimento della Protezione Civile, Fabrizio Curcio. A fare gli onori di casa il Sindaco di Norcia, Nicola Alemanno.

“Grazie per essera venuto qui a Norcia per la seconda volta in poco tempo e grazie sentito e non retorico alla Presidente Marini, al Commissario Errani e a Curcio. La loro presenza significa la vicinanza delle Istituzioni che qui hanno funzionato. Rivolgo un saluto affettuoso al sindaco di Alba, che sin dalle prime ore del sisma del 24 agosto ci ha raggiunto e a ottobre ci ha voluto al suo fianco nell’inaugurare la Mostra Mercato del Tartufo Bianco. La Mostra Mercato per Norcia è l’ evento in cui facciamo conoscere al mondo intero le nostre peculiarità – dice il Sindaco – non era facile decidere quest’anno di farla perché comunque continuiamo a lavorare incessantemente alla ricostruzione, per questo ringrazio gli uffici tecnici che si sono prodigati alla realizzazione anche di questo evento e all’assessore Giuliano Boccanera. Questa edizione dunque rilanciamo auspicando molti vistatori in tre week end; abbiamo il dovere di dare un segnale: dall’economia deve rinascere il nostro territorio, evitando cosi la deantropizzazione”.

Oggi sono sei mesi dalla prima scossa del 24 agosto. “Il Premier è qui oggi perchè volevamo che parlasse direttamente con i cittadini, veri attori di un territorio sempre più resiliente che tiene duro tenacemente” . Così la Presidente Marini nel suo saluto. “Ininterrottamente lavorano qui più di mille persone delle istituzioni, riconoscibili o silenziosi, che fanno squadra con la Protezione Civile e altri Corpi dello Stato, grazie a loro e al Commissario Straordinario che ci sta aiutando con avvio procedure e le norme sulla ricostruzione. Cosi come loro stiamo lavorando insieme noi Amministratori, a prescindere dal colore politico.

Abbiamo un quadro normativo certo, risorse, regole; abbiamo tutto per cominciare a ripartire e poter guardare con fiducia e speranza al futuro, affrontando temi che rispondano alle esigenze del territorio – dice la Marini – come le attività economiche produttive: ognuno è sceso in campo a difesa propria azienda. Chiedo al Governo – conclude – che ci aiuti a dire che abbiamo bisogno di visitatori a Norcia, in Valnerina e in Umbria”. Subito l’appello è stato colto dall’ On. Gentiloni che ha rilanciato con forza un caloroso appello a venire a Norcia “per conoscere una realtà duramente colpita ma che con coraggio si sta rimettendo in moto. C’è un pezzo di Italia che si sta dando da fare sull’emergenza numero uno che stiamo affrontando, quella del terremoto – rimarca il Premier – come istituzione dobbiamo restituire la speranza. Conosciamo benissimo il valore di questi prodotti, a partire dal re tartufo, e di tutto ciò che la norcineria offre all’Italia. Vederli, conoscerli, acquistarli è un modo di entrare in rapporto con tradizione di questo territorio.

L’Italia centrale ha bisogno di futuro, di tornare a sperare ricercando il rapporto con le radici della nostra terra cui dobbiamo rimanere aggrappati, costruendo un ponte con il futuro. Dobbiamo farlo e lo faremo – assicura, interrotto da applausi – cercando di creare condizioni più vantaggiose possibili per lo sviluppo di territorio. Lo dobbiamo alle famiglie e ai cittadini: se tutti noi ci prendiamo le nostre responsabilità i problemi possono essere risolti. L’ Italia con solidarietà e commozione ha reagito al terremoto – conclude – dappertutto incontriamo comprensione: a questo sentimento le Istituzioni devono rispondere, mostrando di essere all’altezza. L’Italia che vuole dare una mano può venire a Norcia nei prossimo fine settimana della Mostra Mercato. Viva Norcia, viva l’Italia”. La 54^ edizione della Mostra Mercato dunque parte col ‘ botto’, auspicando che gli appelli lanciati vengano raccolti, Norcia con le sue eccellenze è pronta ad ospitare i visitatori che vogliano raggiungerla.

Print Friendly

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*