Avigliano Umbro, niente Tari per aziende rimaste chiuse durante lockdown

 
Chiama o scrivi in redazione


Avigliano Umbro, niente Tari per aziende rimaste chiuse durante lockdown

Niente Tari per quelle attività economiche che hanno subito forte l’impatto del lockdown.

Lo ha stabilito il Consiglio comunale di Avigliano Umbro che ha votato il bilancio di previsione. Fra le iniziative c’è soprattutto il non pagamento della Tari per il periodo corrispondente ai giorni di chiusura dell’azienda. A renderlo noto è l’assessore al bilancio Daniele Gentili che sottolinea anche la scelta di spostare la prima rata Tari a settembre per cittadini e attività economiche.

Previsti anche rimborsi per mense scolastiche e scuolabus da marzo a maggio. “Non facciamo inoltre pagare interessi e sanzioni a chi, in difficoltà a seguito degli effetti della pandemia, pagherà entro il 30 settembre l’acconto Imu”, sottolinea Gentili che informa anche del fatto che rimangono invariate le tariffe dei servizi del trasporto scolastico e della mensa grazie alla consistente partecipazione economica del Comune.

Qui l’intero comunicato:

“Il bilancio di previsione 2020 che si è approvato lo scorso venerdì 10 luglio in Consiglio Comunale è un bilancio che è stato inevitabilmente influenzato da alcuni fattori: in primis, dalla situazione creata dalla pandemia vissuta in questi mesi sia per quanto concerne l’aspetto economico che in quello della programmazione, nonché nella tempistica della sua approvazione, che si è resa possibile solo dopo aver avuto una visione d’insieme più chiara data dalla certezza delle risorse che lo Stato ha destinato per questa emergenza e le agevolazioni che il Governo centrale ha concesso ai Comuni.

Il bilancio di previsione che abbiamo approvato segue comunque le linee guida di quello degli ultimi anni mantenendo un’attenzione forte alla scuola, alla promozione del territorio, alla manutenzione ordinaria e straordinaria del nostro patrimonio, alla cultura, alla sicurezza dei nostri cittadini, nonché confermando servizi di qualità per la nostra Comunità. Da sottolineare come anche in questo bilancio di previsione ci siano notevoli risorse destinate al sociale maggiori anche rispetto agli anni passati.

Nonostante le difficoltà nel far quadrare il bilancio di previsione, come abbiamo più volte ribadito, era nostra intenzione dare un aiuto alle attività produttive del nostro territorio duramente colpite dall’emergenza coronavirus. Abbiamo mantenuto questa nostra volontà e con fondi di bilancio applichiamo un’agevolazione sulla tari per le attività produttive del nostro Comune: agevolazione  del 100% sia per la parte fissa che per la parte variabile relativa ai giorni di chiusura , dunque non facciamo pagare la Tari nel periodo in cui le attività sono state chiuse a seguito del coronavirus.

Inoltre stiamo lavorando  per  finanziare anche dei  progetti di sviluppo e promozione del nostro territorio e che siano di sostegno alle  attività produttive del nostro Comune.

Dunque, questo bilancio evidenzia uno sforzo importante da parte dell’Ente, finalizzato ad aiutare la comunità produttiva colpita dal periodo di lockdown. Questa misura segue altre iniziative di vicinanza e attenzione ai cittadini messe in atto in questi mesi; si è già deciso di rimborsare i servizi non resi di mensa e scuolabus nei mesi di marzo, aprile e maggio nonché di non far pagare né interessi né sanzioni a chi, in difficoltà a seguito degli effetti della pandemia,  pagherà  entro il 30 settembre l’acconto Imu, limitatamente alle quote di spettanza comunale.  Sempre in merito alla tari in attesa della formalizzazione e applicazione del nuovo Pef e quindi delle nuove aliquote applichiamo un acconto del 50% suddiviso in due rate la prima a settembre e la seconda ad ottobre.

Anche questa è una forma di aiuto ai nostri cittadini, ricordo, infatti, che lo scorso anno a settembre  avevano pagato il 75% del dovuto e a ottobre il 100% ora a settembre si troverà a pagare il 25% del dovuto sulla base delle vecchie tariffe. Rimangono invariate le voci relative al buono pasto della scuola secondaria di primo grado, alla mensa della scuola dell’infanzia. Bloccate anche le tariffe del trasporto scolastico, le tariffe dei servizi a domanda individuale. Sono questi servizi assolutamente utili ai cittadini che ne possono usufruire con costi contenuti grazie alla consistente partecipazione economica del Comune.

Inoltre anche quest’anno ci sono importanti interventi sulle Opere Pubbliche: cofinanziamo un contributo della regione che da anni era fermo e rischiavamo di perdere relativo al secondo stralcio della biblioteca. Cofinanziamo l’asfaltatura e sistemazione della strada Petrara, una priorità di questa giunta e dell’intera maggioranza. Un’altra importante iniziativa di questo bilancio di previsione che mi preme evidenziare è lo stanziamento delle risorse necessarie per l’assunzione nel nostro Comune di un vigile.

Oltre a questi interventi, con questo bilancio realizziamo l’ampliamento del cimitero di Santa Restituta, portiamo avanti progetti già finanziati quali efficientamento della pubblica illuminazione, la videosorveglianza, la sistemazione dell’area pedonale di via sottomuro a Dunarobba, nonché il bando per l’installazione delle colonnine elettriche per l’elettromobilità che si unisce alla realizzazione della casetta dell’acqua – interventi, questi ultimi, che testimoniano l’attenzione di questa amministrazione all’ambiente e ai progetti di sviluppo sostenibile del territorio.

Per quanto riguarda gli altri finanziamenti stanziati in questo bilancio, ci sono importanti risorse per la segnaletica e sicurezza stradale: il doppio rispetto agli anni precedenti, quasi interamente destinate all’installazione di segnalatori luminosi situati sugli attraversamenti pedonali di Viale Matteotti e davanti alla scuola di Sismano, di modo da cercare di risolvere un problema reale – che la maggioranza ha ben chiaro – quale il pericolo derivante dall’ eccessiva velocità delle auto in prossimità di queste zone. Inoltre l’aumento di fondi per la manutenzione del verde, lo stanziamento di risorse per la gestione ed eventuale sostituzione degli autisti degli scuolabus. Nel bilancio continuiamo a finanziare i progetti presso le scuole dell’Istituto Comprensivo(teatro,musica e lingua)  e il progetto “Nati per leggere” della Biblioteca Comunale Maestra Bettelli.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*