Sicurezza urbana per il 2020, approvato l’atto di programmazione della giunta

 
Chiama o scrivi in redazione


Sicurezza urbana per il 2020, approvato l’atto di programmazione della giunta

L’Assemblea legislativa dell’Umbria ha approvato, con i voti favorevoli della maggioranza e l’astensione dell’opposizione, l’atto di programmazione in materia di sicurezza urbana per il 2020 proposto dalla Giunta.

IL RELATORE Illustrando l’atto in Aula il presidente della Prima commissione, Daniele NICCHI, ha ricordato che “la sicurezza è un bene comune e come tale è e sarà sempre al centro del nostro interesse come politici e come cittadini. La Commissione ha accolto le osservazioni avanzate dal Consiglio delle autonomie locali.

Abbiamo deciso di farle nostre perché è fondamentale ascoltare la voce di coloro che tutti i giorni lavorano in prima linea al servizio della sicurezza e del benessere dei cittadini. Tra queste proposte c’è la promozione di un monitoraggio sul territorio regionale per avere una visione d’insieme dei problemi della sicurezza che coinvolga i comuni; la previsione di protocolli con le Asl nei casi di Trattamento Sanitario Obbligatorio in modo tale che l’intervento della polizia locale sia supportato da personale sanitario professionalmente preparato; una maggiore vicinanza delle Forze dell’ordine ai cittadini, in particolare presso le scuole, anche implementando gli uffici mobili di Polizia locale e la videosorveglianza; favorire un maggior coordinamento tra la Giunta e gli Amministratori locali nella programmazione della sicurezza urbana; misure specifiche per contrastare le nuove criticità come le truffe informatiche dirette soprattutto agli anziani, la prevenzione del rischio di violenza contro le donne e minori e il sostegno al credito e al microcredito per contrastare estorsioni, usura e infiltrazioni della criminalità”.

SCHEDA
Con l’atto di programmazione della SICUREZZA URBANA per il 2020, la Regione Umbria ha rinnovato i PATTI PER LA SICUREZZA di Perugia e Terni, finanziati con 35mila euro e 25mila euro. 120mila euro finanziano i PROGETTI per migliorare la sicurezza dei cittadini stabilendo dei tetti massimi al contributo regionale in base al numero degli abitanti dei comuni.

È stato approvato lo schema di CONVENZIONE tra la Regione Umbria e l’Università di Perugia per l’aggiornamento della banca dei dati regionale sull’andamento dei dati denunciati nel 2018/2019, la costruzione di un repertorio regionale delle ordinanze sindacali sulla sicurezza urbana, l’organizzazione di un evento pubblico e la pubblicazione di una raccolta degli approfondimenti prodotti con studi e ricerche.

È stato definito un ACCORDO per la promozione della sicurezza integrata tra il Ministero dell’Interno e la Regione Umbria sull’interconnessione delle sale operative della polizia locale e delle forze dell’ordine, l’uso in comune dei sistemi di controllo tecnologico del territorio, lo scambio dei dati sull’andamento della criminalità e sistematizzazione informativa tra polizia locale e forze statali, l’aggiornamento professionale congiunto tra polizia locale, Forze dell’Ordine e altre professionalità specializzate nella prevenzione della devianza sociale e/o mediazione interculturale, progetti di prevenzione ambientale e rigenerazione urbana per la sicurezza degli spazi pubblici. La programmazione 2020 prevede inoltre di destinare 25mila euro agli interventi per l’assistenza e l’aiuto alle vittime dei fatti criminosi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*