Il lago Trasimeno e il fiume Tevere continuano a scendere di livello

Siccità, chiesto al Governo stato di emergenza e inserimento Trasimeno nel nuovo decreto

 Il lago Trasimeno e il fiume Tevere continuano a scendere di livello

In soli quattro giorni sono calati, rispettivamente, di tre e sei centimetri, stando ai rilevamenti del Centro funzionale della Protezione civile umbra, prendendo a riferimento la stazione di San Savino e quella di Ponte Nuovo di Torgiano. Il Trasimeno ha perso un metro e 23 centimetri all’isola Polvese, mentre il livello del Tevere è di un metro e 12 centimetri, quando invece dovrebbe essere ricompreso tra i 4,50 e i 5,70 metri. L’assenza di piogge sta mettendo a dura prova i corsi d’acqua più piccoli, come ad esempio il fiume Topino che a Passaggio di Bettona si assesta su un livello di 1,11 metri, per poi diventare un ruscello di pochi centimetri quando arriva a Bevagna. Drammatica anche la situazione del fiume Paglia nell’Orvietano e del Nestore nel Marscianese. Il primo fatica ad arrivare ad un metro di livello nel tratto di Orvieto scalo, il secondo è praticamente in secca, vive in pochi centimetri d’acqua. Restano, invece, sui livelli di riferimento stagionali gli altri due grandi invasi regionali, quelli di Piediluco e di Corbara.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*