CITTA’ DI CASTELLO: INAUGURATO IMPIANTO FOTOVOLTAICO ALLA CITTADELLA DELL’ EMERGENZA

Impianto Fotovoltaico
Impianto Fotovoltaico
Impianto Fotovoltaico

(umbriajournal.com) CITTA’ DI CASTELLO – Risparmio energetico e risparmio ambientale alla Cittadella dell’Emergenza di Città di Castello che sarà completamente alimentata da un impianto fotovoltaico, installato sul tetto di tre degli edifici in cui si articola in complesso.

All’inaugurazione erano presenti i volontari delle numerose associazioni che operano all’interno della cittadella, i tecnici del Comune, i rappresentanti della ditta Varian, che si è avvalsa della tecnologia dell’azienda tifernate Sunerg, gli assessori tifernati Luca Secondi per le Politiche ambientali, Massimo Massetti per i Lavori Pubblici e il vicesindaco Michele Bettarelli “perché abbassare la quota di energia derivante da fonti fossili è un obiettivo di tutta l’Amministrazione, che acquista contorni specifici a seconda dei progetti attraverso i quali stiamo cercando di ridurre l’impatto economico e ambientale della città” hanno dichiarato gli amministratori, visitando uno dei siti in cui sono stati collocati i moduli, che complessivamente produrranno 47kw di energia, “un quoziente sufficiente a coprire il fabbisogno della cittadella, il cui esempio presto sarà seguito da altri: il più immediato l’impianto predisposto nella scuola dell’infanzia di Badia Petroia” aggiunge Massimo Massetti, assessore ai Lavori Pubblici, sottolineando come “il solare termico, altro sistema che migliora il bilancio ambientale, sia già attivo in altri plessi scolastici e in alcuni complessi sportivi del territorio. Anche in questo progetto abbiamo avuto vicino la Regione Umbria che ha finanziato 121mila dei 271euro necessari”.

“Il comune di Città di Castello è molto coinvolto nei processi di conversione ambientale ed energetica” ha sottolineato Luca Secondi “anche in base agli impegni contratti nel Patto dei sindaci, che abbiamo sottoscritto e che prevede il famoso traguardo del treper2020, la riduzione cioè entro il 2020 del 20 per cento dei gas effetto serra e l’aumento del 20 per cento dell’efficienza energetica e dell’approvvigionamento da fonti rinnovabili. Stiamo al passo con i tempi dunque grazie all’efficentamento energetico e al ricorso ad alternative amiche dell’ambiente. L’impianto fotovoltaico è una buona soluzione, che esporteremo in altre sedi dei servizi comunali, nell’ambito delle politiche di razionalizzazione della spesa pubblica”.

Print Friendly, PDF & Email

1 Commento

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*