VOLLEY, ANDREA GIOVI: DALL’AZZURRO AL BIANCONERO

SIR Safety Perugia - BCC-NEP Castellana Grotte  3ª Giornata di ritorno, Campionato Italiano di Volley Maschile, Serie A1, 2012/13(umbriajournal.com) PERUGIA ­– Chi frequenta il PalaEvangelisti per seguire i Block Devils che dal 19 agosto sudano agli ordini di Kovac (anche oggi doppia “razione” per i bianconeri…), oltre ad osservare attentamente tutti i nuovi arrivati, avrà certamente sentito la mancanza della sua voce durante le pause tra un esercizio e l’altro. La voce di un ragazzo cresciuto a Perugia, diventato grande a Perugia e che, con la maglia della Sir Safety Banca di Mantignana Perugia, proverà quest’anno a stupire.

È il libero bianconero Andrea Giovi, in questo periodo in ritiro a Roma con la nazionale italiana di coach Berruto per gli ultimi giorni di preparazione in vista dei campionati europei prossimi al via. Giovi, al pari dei serbi Atanasijevic e Petric, è tra i grandi assenti, ampiamente giustificati, dalle parti di Pian di Massiano. Mentre la squadra del presidente Sirci prosegue il suo percorso in vista del prossimo campionato di A1 (sabato è in programma un test a Città di Castello contro l’Altotevere) Andrea indossa l’azzurro, con la testa adesso ovviamente concentrata sull’appuntamento continentale che attende la nostra nazionale, ma con un pensiero comunque sempre dedicato ai suoi Block Devils:

“Sono stato dalla squadra proprio l’altro ieri”, spiega Andrea. “Mi trovavo a Perugia e così sono passato a salutare i vecchi compagni ed i nuovi arrivati, molti dei quali che peraltro già conosco. Ho trovato un ottimo ambiente, sereno, ma al tempo stesso molto concentrato sul lavoro da fare e sulla stagione che verrà. Stagione nella quale proveremo a fare una passo importante nella nostra crescita. Credo che la società abbia allestito una formazione molto competitiva e completa. Lavorando sodo in palestra, credo che potremo toglierci delle belle soddisfazioni”.
Il libero bianconero ne ha approfittato per scambiare anche due chiacchiere con lo staff tecnico e con coach Kovac:
“L’ho trovato come sempre molto carico e determinato. Penso che Boban sia una garanzia in panchina, sia dal punto di vista tecnico che morale. Il suo lavoro è sotto gli occhi di tutti. Non vedo l’ora di riprendere l’attività con il gruppo. Ma, sia chiaro, il più tardi possibile!”.

Già, questa è la speranza di chiunque abbia a cuore le sorti del volley italico. Gli Europei sono alle porte e l’obiettivo della nostra nazionale è di quelli importanti:
“Vogliamo arrivare fino in fondo!”, conclude Giovi. “Abbiamo svolto un ottimo lavoro ed arriviamo alla competizione in ottime condizioni. Siamo consapevoli che affronteremo rivali molto agguerrite, ma al tempo stesso siamo consci della nostra forza e delle nostre potenzialità”.
Un grande in bocca al lupo Andrea, naturalmente esteso a tutta la spedizione azzurra. Il bianconero per stavolta può attendere.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*