Tennistavolo, al via la Coppa Città di Perugia

Tennistavolo
Tennistavolo
Tennistavolo

PERUGIA – Si svolgerà presso la palestra comunale di Montegrillo Perugia, il 5° Torneo Nazionale a squadre di Tennistavolo “Coppa Città di Perugia”, indetto e organizzato dall’A.s.d. Montegrillo, per i giorni di sabato 17 e domenica 18 maggio 2014. La dimostrazione del crescente successo di questa iniziativa, sta nel crescente numero delle società partecipanti da fuori regione, tre provenienti dalle Marche, una dall’Emilia Romagna, una dalla Toscana e tutte le altre dall’Umbria. Le squadre in gara sono: Marsciano, Perugia, Ascoli 1, Rimini, Montegrillo (PG), Porta Pesa (PG), Passignano (PG), Gubbio, Chianciano, Elce (PG),Fabriano, Ascoli 2. Gli incontri che prevedono l’esclusione dei classificati FITET da 1 a 1.000 d’Italia, inizieranno sabato pomeriggio alle ore 15,00 e si protrarranno fino alla sera per designare le quattro semifinaliste che disputeranno le finali domenica mattina alle ore 9,30.

I pronostici della vigilia sono molto incerti. I detentori del titolo della VFL Virtus Ascoli Piceno (Francesco Fratini, Claudio Fratini, Sandro Biondi, Leopardi Patrizio e Riccardo Matricardi), faranno del tutto per vincere anche quest’anno la prestigiosa Coppa Città di Perugia. Tra le pretendenti al titolo oltre al Perugia, che schiera una buona formazione (Granata Riccardo, Mattioli Crispino, Mencaroni Michele e Poeta Federico), scenderanno in campo anche le forti squadre dell’Osma Marsciano (Cerquiglini Mauro, Pellicciari Giuseppe, Biscarini Paolo, Mogetti Fabrizio, Massinelli Andrea) dell’A.p.d. San Martino in Riparotta di Rimini (Bernardini Raffaele, Zaghini Stefano, Alivernini Luca, Bonori Luca) e del Fabriano (Notarnicola Andrea, Gerini Simone, Faggioni Marcello Bracchetti Mattia) che tenteranno il tutto per tutto per conquistare l’ambito podio.

 

Il coordinatore del torneo Fausto Pelliccia, ha affermato che gli orari della manifestazione garantiscono agli atleti provenienti da fuori regione, sia il tempo per l’evento agonistico sia per quello ricreativo e culturale. L’abbinamento sport e turismo, mette lo sportivo in condizione di poter andare alla scoperta delle bellezze monumentali e paesaggistiche dell’Umbria e di gustarne le proprie delizie enogastronomiche.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*