Rugby Terni serie B: si gioca a Borgo Rivo

rugby-1(umbriajournal.com) TERNI – Il Consiglio Federale della Federazione Italiana Rugby, nella riunione svolta a Parma lo scorso fine settimana, ha concesso l’omologazione in deroga alla normativa vigente per poter disputare nell’impianto sportivo Virgilio Maroso di Borgo Rivo le gare ufficiali della prossima stagione di serie B. La comunicazione, attesa da giorni, è arrivata ufficialmente al Terni Rugby nella tarda serata di ieri, accolta con grande soddisfazione da tutto il Club.
“Siamo felicissimi di questa decisione  – commenta il presidente del Terni Rugby Alessandro Betti – perché dimostra che la FIR crede e dà fiducia al progetto Terni, riconoscendo il grande lavoro di questi anni e gli sforzi che stiamo continuando a compiere per far crescere il movimento rugbystico e i valori del nostro sport in una città dove solo sette anni fa la palla ovale era praticamente sconosciuta”. Betti ha ringraziato in particolare il presidente della Federugby Alfredo Gavazzi per aver accolto le istanze del club ternano, l’architetto Paolo Vaccari, consigliere FIR con delega agli impianti e il professor Franco Ascione per la sensibilità e l’attenzione dimostrate nei confronti della situazione di Terni.
Nell’impianto di Borgo Rivo giocheranno anche le atlete di Umbria Rugby Ragazze, la franchigia composta da Terni e Perugia, che anche nella prossima stagione disputerà il campionato di serie A femminile.
“Da parte nostra – continua Betti – anche in questi giorni stiamo proseguendo i lavori di adeguamento della struttura per presentarci al meglio alla prima gara del campionato di serie B, il prossimo 6 ottobre con lo Jesi. Invitiamo tutti gli appassionati, ma anche la gente del quartiere, di Borgo Rivo a venirci a trovare, per vedere quello che stiamo facendo con il lavoro quotidiano di tutto il Club e in stretta collaborazione con la Virgilio Maroso, per far rinascere un impianto sportivo che è stato e che deve tornare ad essere il cuore di Borgo Rivo. Abbiamo riseminato il campo principale, che non utilizziamo da tre settimane – con grandi sacrifici dei nostri ragazzi che si sono allenati in giro per i campi della città, di Rieti e di Viterbo. Ma soprattutto abbiamo effettuato dei lavori per rendere praticabile il secondo campo, quello sottostante la tribuna, che d’ora in poi sarà il campo pratica, per il rugby e per il calcio. Sempre sotto la tribuna stiamo allestendo un’area accoglienza, mentre gli spogliatoi e gli uffici sono stati completamente ripuliti e riverniciati.
Si sta dunque concludendo un’estate molto importante per il club ternano, che in questi giorni ha accolto un campione del rugby mondiale, il sudafricano Gcobani Bobo, ex Springbok ed ex Sharks e Newcastle, che in virtù dell’amicizia che lo lega al coach rossoverde Mauro Antonini, ha trascorso a Terni una decina di giorni, portando il suo prezioso contributo d’esperienza alla preparazione del Terni Rugby. Bobo ha partecipato a tutti gli allenamenti della squadra senior e all’amichevole che si è svolta ieri a Viterbo. Bobo, che si è subito integrato con i ragazzi ternani, è un giocatore dotato di un grandissimo bagaglio tecnico e di una straordinaria carica di simpatia e in questo soggiorno ternano, ospite a casa di uno dei ragazzi del Club, ha stretto una grande amicizia con tutto lo staff del Terni Rugby.
Intanto un altro atleta del Terni Rugby, Michele Canulli ha iniziato la sua avventura inglese, giocando la gara d’esordio ufficiale con la prima squadra del Frampton Cottorell, del coach Paul Beet che a Ferragosto era venuto a Terni proprio per valutare Michele. Il giovane centro ternano è il primo giocatore di rugby della città, cresciuto nelle giovanili del Club rossoverde, ad avere la possibilità di confrontarsi con il rugby britannico, ed è un esempio per tutto il settore giovanile del Terni Rugby.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*