Perugia calcio, sonora sconfitta a Como, 1 a 4

Presentazione Serse Cosmi, presidente Santopadre, sono felice per ingaggio del Mister

Perugia calcio, sonora sconfitta a Como, 1 a 4

Una mattanza. Con i biancorossi nella parte dei poveri tonni. Quatto gol nella prima mezzora. Con il bunker così ben difeso fino ad oggi da Chichizola, che si sgretola e con i padroni di casa letteralmente dominanti nella corsa irrefrenabile, nello strapotere fisico, nell’elegante tecnica, nei tiri possenti. Perugia in ginocchio, ma giustamente sostenuto dal gruppo di tifosi presenti al Sinigaglia.


di Elio Clero Bertoldi


Col rotondo successo l’undici di Gattuso supera gli umbri in classifica, che escono dalla griglia play off perdendo tre posizioni.
Giacomo Gattuso schiera il solito 4-4-2 con un paio novità: il canturino di 23 anni Andrea Cagnano in difesa accanto a Scaglia, con sulle fasce Vignali e Solini e sulla fascia esterna di destra, Vittorio Parigini, ex biancorosso (come Cerri).

Alvini, invece, recupera all’ultimo tuffo Dell’Orco (con la fascia di capitano) insieme a Sgarbi e Rosi nel pacchetto arretrato. Sulle fasce Ferrarini (di nuovo convocato in under 21) e Falzerano a sinistra come previsto, considerato l’affaticamento di Lisi.

Al 2’ su una punizione di Burrai, Sgarbi di testa colpisce la traversa. Ma il Como passa subito in vantaggio con una imperiosa ripartenza centrale di Chajia che serve al centro per il taglio di La Gumina, spietato nell’affondo di mancino come uno spadaccino con l’avversario scoperto. E cinque minuti piu tardi Parigini, dalla destra servito da Cerri, colpisce la base del palo a sinistra.

Quindi ancora Parigini di testa colpisce il braccio steso di Dell’Orco ed il Var segnata il rigore, che non era stato visto, secondi prima, dall’arbitro. Sul dischetto si porta Cerri, che spiazza Chichizola. Inizio in salita per la squadra di Alvini “bucata” due volte in un quarto d’ora. E non é finita: ancora tre minuti e Bellemo, entrato in area su assist di petto di Cerri, insacca con violenza la terza rete col destro.

Prova a reagire il Perugia, ma un insidioso tiro di Burrai, da fuori area, viene deviato da Gori in tuffo. Tittavia i lariani dilagano: sul secondo angolo, una deviazione di testa di Vignali mette in condizione Solini di incornare, libero, a rete.

Al 3’ della ripresa De Luca, su imbeccata di Burrai, sigla di sinistro la rete per gli ospiti. Il ritmo si abbassa, il Vomo lascia più spazi ed il Perugia tiene il pallo del gioco. Al 27’ gran tiro di Chajia che trova pronto Chichizola alla respinta. Così come Gori non ha difficoltà a blccare a terra un rasoterra di Murano.

Como-Perugia 4-1
COMO (4-4-2): Gori; Viagnali, Scaglia, Cagnano, Solini; Parigini (30’ st Ioannou), Arrigoni (46’ st H’Maidat), Bellemo (36’ st Kabashi), Chija; La Gumina (36’ st Gliozzi) Cerri (36’ st gabrielloni). A disp.: Bertoncini, Bolchini, Bovolon, Facchin, Luvumbo, Peli, Tolinelli. All.: Gattuso.
PERUGIA (3-5-2): Chichizola; Rosi (30’ st Righetti), Sgarbi, Dell’Oglio; Ferrarini (13’ st Curado), Burrai, Segre (13’ st Vanbaleghem), Kouan (25’ st Murano), Falzerano (30’ st Gyabuaa); Matos, De Luca. A disp.: Fulignati, Murgia, Ghion, Bianchimano, Zanandrea, Lisi. Santoro. All.: Alvini.
ARBITRO: Cosso.
Guardalinee: Galetto e Barone.
Quarto uomo: Gigliotti.
Var: Giua. Avar: Paganesi.
MARCATORE: 7’ pt La Gumina, 15’ pt Cerri (rig), 18’ pt Bellemo, 29’ pt Solini, 3’ st De Luca
AMMONTI: Dell’Orco (P), Burrai (P), Rosi (P), Parigini (C), Vignali (C), Curado (P), Kanashi (C)
NOTE: Spettatori: n.p. Ang.: 6-5 per il Perugia. Rec.: 1’ pt, 5’ st.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*