Orvieto, cronoscalata, si accendono i motori

CRONOSCALATA DELLA MONTAGNAORVIETO – Le verifiche sportive e tecniche del venerdì hanno aperto a Orvieto lo spettacolare weekend della 42^ Cronoscalata della Castellana, l’atteso evento dell’asd La Castellana prova del Trofeo Italiano Velocità Montagna. Le verifiche sono tuttora in corso all’esterno dello stadio Muzi e per alcuni iscritti si concluderanno sabato mattina. Proprio sabato 10 maggio la gara umbra accenderà i motori a partire dalle 11, quando scatteranno le due manche di prove ufficiali sul tracciato di 6190 metri che dalle porte di Orvieto sale a Colonnetta di Prodo. Le “qualifiche” sono fondamentali per testare i bolidi e il tecnico percorso immerso nel verde, occasione per il pubblico di trascorrere una bella due-giorni tra sport, motori e natura. Domenica 11 maggio alle 10.30 scatterà la gara, il clou del weekend, sempre con due salite e il cui via sarà dato dal direttore di gara Roberto Bufalino. La SS79, nel tratto del tracciato da corsa, rimarrà chiusa sabato a partire dalle 9.30 e domenica a partire dalle 9 fino al termine di prove ufficiali e gare.

Atteso in gara il serrato testa a testa tra i due giovani protagonisti che già lo scorso anno diedero spettacolo, divisi da appena tre decimi: il cosentino Domenico Scola con l’Osella PA2000 Honda, doppio “campione in carica” a Orvieto per le vittorie ottenute nel 2012 e 2013, e l’orvietano figlio d’arte Michele Fattorini, padrone di casa che all’esordio stagionale andrà a caccia della rivincita sulla Lola-Zytek di F.3000. Ma sono numerosi i duelli previsti, sia tra le vetture-top sia in GT (dove si segnala pure la Ferrari F430 di Perchinunno) e Turismo, in quella che, oltre al TIVM, è prova dei neonati campionati Individual Race Trophy e Trofeo Speed Motor.

Tra i driver locali spiccano altri due giovani: Daniele Pelorosso, che per questa edizione della Castellana conferma l’ammirata Renault Clio Proto con cui è stato vincitore 2012 e 2013 del folto gruppo delle auto Turismo E1, categoria che ospita anche Francesco Laschino, al via con la spettacolare Alfa Romeo 155 proveniente dal DTM. Sui 96 iscritti da tutta Italia in tutto sono 36 i piloti umbri, tra i quali gli eugubini Gianni Urbani, terzo assoluto a Orvieto nel 2012 e 2013, con l’Osella PA21/S Honda, e Mauro Rampini, con il prototipo-monoposto Osella PA27 Bmw, e la perugina detentrice della Coppa Dame del CIVM Deborah Broccolini con la Citroen C1, figlia di quell’Attilio Broccolini al quale è dedicato ilMemorial che sarà assegnato al vincitore della classe N 1600.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*