La Vittoria Assicurazioni Perugia non insidia la forza di Orvieto

volley-pallavolo_muro(UJ.com3.0) PERUGIA – Gara-due dei quarti di finale dei play-off promozione nel campionato di serie C femminile va alla Zambelli Orvieto che ribadisce la superiorità dimostrata in regular season e batte per la quarta volta nella stessa stagione la Vittoria Assicurazioni Perugia, violando il palazzetto di San Marco. Un’affermazione figlia della costante lucidità delle donne della Rupe che tramite la palleggiatrice Campana hanno potuto avere sempre la palla migliore per affondare i propri colpi. Qualcosa da rivedere nella gestione della battuta che però è stata compensata dai ‘regali’ delle padrone di casa in attacco. La contesa comincia con qualche novità sulle bande, tra le locali c’è la diagonale di posto-quattro formata da Gradassi e Montechiarini, tra le ospiti c’è Sangiorgi. Al via le biancoverdi scattano avanti sfruttando il servizio che con quattro ace fa prendere subito un discreto margine (5-11). La sofferenza maggiore delle perugine è in seconda linea dove la sola Ponti non riesce a tappare tutte le falle che si aprono e così il gap diventa enorme con Fiorini che apre voragini nel quadrato avverso (7-16). Entra capitan Vergoni a dar manforte alle locali ma l’iniezione di fiducia ha effetto breve perché i muri orvietani sbarrano ripetutamente la strada (10-19). Coach Marconi getta nella mischia anche Di Matteo e Pausini ma ormai non c’è più nulla da fare. Nel secondo parziale rientrano in campo grintose le locali che vanno sul 4-0. Truffarelli fa sentire la sua presenza a rete ma le orvietane non si perdono d’animo e cominciano una lenta ma inesorabile rimonta che annulla il gap con un ace di Campana (10-10). La fase centrale è caratterizzata da molti errori ma l’equilibrio permane sino all’accelerazione di Fiorini e Verdacchi che provoca il sorpasso (17-20). Il duello resta acceso ma il piccolo margine viene amministrato con Fiorini (sette punti personali) che mette giù il diagonale del raddoppio. L’avvio del terzo frangente è marchiato a fuoco da Campana che con due ace provoca il primo strappo (0-4). Stavolta sono le perugine a dover recuperare ma la sensazione è che il punteggio non si muova più per demeriti altrui, sei servizi sbagliati, che non per meriti propri (11-14). Il tecnico Petrangeli gioca la carta Toppetti che entra e va a segno, poi c’è un guizzo di Fiorucci in attacco che riduce ma è l’ultima resistenza offerta dalle ragazze di casa. Nel finale c’è solo la Zambelli che va a chiudere con due ace di Campana. Una gara tenuta sempre in pugno da Orvieto che ha potuto disporre dell’avversaria a piacimento piazzando accelerazioni letali quando il gioco poteva complicarsi. Perugia esce consapevole di aver trovato di fronte una rivale di alto livello e in un momento non proprio ottimale per le proprie condizioni fisiche.

VITTORIA ASSICURAZIONI PERUGIA – ZAMBELLI  ORVIETO = 0-3

(11-25, 22-25, 17-25)

PERUGIA: Fiorucci 7, Truffarelli 7, Cherubini 4, Gradassi 2, Ponti F. 1, Montechiarini, Ponti B. (L), Vergoni 6, Pausini 1, Capponi Brunetti, Di Matteo, Grasselli. All. Enrico Marconi.

ORVIETO: Fiorini 15, Verdacchi 10, Campana 8, Ragaini 7, Valentini 7, Sangiorgi 4, Gentili (L1), Toppetti 1. N.E. – Frasconi, Bracaletti, Rosa, Barbabella (L2). All. Francesco Petrangeli.

Arbitri: Roberta Fois ed Andrea Galteri.

VITTORIA (b.s 6, v. 3, muri 4, errori 15).

ZAMBELLI (b.s 12, v. 8, muri 6, errori 10).

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*