Calcio, Gubbio harakiri, Falzerano gol, ma è beffa finale: 2-1

calcio2

di gubbiofans.it
SALERNO – Salernitana contro Gubbio. Tifoseria locale in sciopero con uno striscione che si vede in curva sud con scritto: “Pessime figure e risultati scadenti sono lo specchio dei nostri presidenti: meno chiacchiere e maggiore serietà o vi cacciamo fuori dalla nostra città”. Il neo tecnico rossoblù Roselli schiera il 5-3-2 con Falzerano in attacco a supporto di Longobardi.

L’allenatore dei granata Perrone opta per il 4-3-1-2 e viene schierato dal primo minuto in attacco l’ex rossoblù Mendicino. Un Gubbio chiuso a riccio: è la Salernitana che fa la partita. Al 7′ Perpuetini serve al limite Mancini che cerca la conclusione a rete di destro, la difesa rossoblù ci mette una pezza. Al 9′ un contropiede ficcante degli ospiti: Giallombardo apre per Falzerano che smarca al limite Longobardi: tiro radente che impegna a terra Berardi. Al 13′ proteste locali veementi per un presunto fallo di braccio in area di Tartaglia, ma l’arbitro fa proseguire: il capitano granata Montervino va a chiedere spiegazioni al direttore di gara. Al 20′ invece ci prova Radi dal limite direttamente su punizione: la palla sorvola sopra la traversa. Al 22′ Montervino pennella in area una palla insidiosa dove Ginestra cerca la conclusione di piatto destro: un tiro lento e impreciso, la palla va a lato. Al 24′ fiammata di Falzerano che prova una conclusione a rete fulminea con il piede sinistro: Berardi para ma con difficoltà. Al 26′ Salernitana pericolosa: Montervino pennella in area un cross dove Ginestra incorna a rete di testa: provvidenziale Pisseri che in volo devia la sfera in angolo.

Al 31′ campani ancora pericolosi: palla vagante in area ospite dove Ginestra calcia a botta sicura a rete, ma Pisseri si supera e salva di nuovo il risultato. Al 41′ invece Pisseri è un po’ titubante, però il portiere rossoblù riesce lo stesso a fermare un tiro improvviso di Perpuetini. Al 45′ un altro intervento prodigioso di Pisseri, su tiro insidioso su punizione da fuori area di Tuia. Ripresa. In avvio opportunità per Baccolo che ruba palla a Tuia, ma non trova la conclusione a rete. Al 50′ ghiotta occasione per la Salernitana: Perpuetini imbecca con una palla filtrante in profondità Mendicino che calcia con l’esterno destro solo davanti al portiere, ma la sfera termina incredibilmente a lato. Ma il Gubbio è letale e passa in vantaggio al 52′: Bartolucci sfrutta una ripartenza e serve in profondità Falzerano che a tutta velocità arriva davanti al portiere Berardi e insacca la sfera in rete nella classica azione di contropiede. Al 60′ pericolo in area umbra: Mendicino impegna Pisseri con una bella stoccata volante e sulla respinta Tartaglia sbroglia la matassa allontanando la sfera dall’area piccola.

Al 63′ ci prova ancora Mendicino su assist di Mancini, ma la palla va alta. Al 68′ punizione temibile di Mounard dal limite, ma Pisseri c’è e para di nuovo. Al 72′ proteste dei locali perchè Fofana cade a terra in area, ma l’arbitro fa proseguire. Al 77′ ci prova Siniscalchi dalla distanza: palla a lato. Al 79′ la Salernitana trova il pareggio: il francese Mounard fa partire un gran tiro chirurgico su punizione dal limite che fredda il portiere Pisseri. All’ 81′ i granata trovano addirittura il raddoppio: fa tutto Fofana che calcia a rete, la palla colpisce il palo e ritorna in campo, ma dalle retrovie arriva Gustavo che da pochi passi insacca in rete. La frittata è fatta. E nel finale la Salernitana rischia addirittura l’autogol con Mounard, ma salva in extremis Berardi.

Tabellino: Salernitana – Gubbio (2-1):
Salernitana (4-3-1-2): Berardi; Luciani, Siniscalchi, Tuia, Piva; Montervino (76′ Gustavo), Perpuetini, Mancini; Foggia (46′ Mounard); Ginestra (56′ Fofana), Mendicino. (A disp.: Iannarilli, Sbraga, Capua, Volpe). All. Perrone.
Gubbio (5-3-2): Pisseri; Bartolucci, Tartaglia, Briganti, Ferrari, Giallombardo; Malaccari (83′ Di Francesco), Radi, Baccolo (69′ Belfasti); Falzerano (74′ Caccavallo), Longobardi. (A disp.: Cacchioli, Luparini, Boisfer, Falconieri). All. Bucchi.
Reti: 52′ Falzerano (G), 79′ Mounard (S), 81′ Gustavo (S).
Arbitro: Aversano di Treviso (Berti di Prato e Dal Cin di Conegliano). Ammoniti: Siniscalchi, Tuia, Mounard e Luciani (S); Malaccari, Ferrari e Giallombardo (G). Spettatori: 5528.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*