GRIFO VOLLEY, B2/M, CHIETI KO

Stemma A.S.D. Grifo Volley Perugia(umbriajournal.com) CHIETI – Chieti si inchina a una superlativa Grifo Volley Perugia   TEATE VOLLEY CHIETI – GRIFO VOLLEY PERUGIA = 1-3(25-22, 18-25, 17-25, 15-25)CHIETI: Cavallo 9, D’Onofrio, De Luca 6, Di Camillo, Pesare 8, Palumbo 3, Tupone (L), Di Ludovico, Febbo, Peluso, Marcoionni, All. Maurizio Schiazza e Mariano Costa. PERUGIA: Belli 24, Fuganti 19, Agostini 9, Cappelletti Nicola 8, Servettini 4, Mastroianni 5, Giannetto (L), Cappelletti Niccolò 2, N.E. – Schepers, Merli, Cricco, Guerrini. All. Paolo De Paolis e Sergio Peluso.Arbitri: Umberto Iannotti e Rita Di Cesare.TEATE VOLLEY (b.s. 6, v 5, muri 6, errori 18 GRIFO VOLLEY (b.s. 8, v. 5, muri 10, errori 10)   CHIETI –  Seconda trasferta in serie B2 maschile per i ragazzi della Grifo Volley Perugia che si recano a Chieti con il piglio giusto ad affrontare i locali della Teate Volley e dopo un set con il freno a mano lasciano ben poco ai verdi teatini dimostrando tutte quelle caratteristiche di bel gioco che i tifosi si aspettavamo. La vittoria è netta e meritata come dimostrano i parziali e conferma il buon trend iniziato con la vittoria nel derby della settimana precedente. Gli uomini di De Paolis si presentano in campo con capitan Mastroianni in regia e Belli sulla sua diagonale, al centro Servettini e Cappelletti, schiacciatori ricevitori la coppia Fuganti-Agostini ed il confermato giovane libero Giannetto a presidiare la seconda linea. Il Chieti ha una formazione under 23 con interessanti individualità e si presenta fiduciosa dopo la bella vittoria in rimonta di sette giorni prima. Il primo parziale vede un andamento sempre punto a punto con il giovane Cavallo a porre la prima accelerazione che porta i locali avanti al primo time out tecnico (8-6). I grifoni sono sempre attaccati con Belli che riagguanta sul 12-12, qualche errore di troppo in seconda linea permette l’allungo del Chieti 19-16, Servettini presidia a muro ma il giovane Pesare suggella il vantaggio fissando il punteggio sul 25-22. Il trend prosegue anche nel secondo parziale, da fondo campo la battuta dei grifoni è incisiva e non permette al palleggiatore di casa Di Camillo di smistare a dovere, ne approfittano Agostini e Fuganti che portano al + 2, ma i giovani di casa non ci stanno e pareggiano (14-14). Decisiva ancora una volta è l’entrata del giovanissimo Niccolò Cappelletti che con due ace e sette battute consecutive permette ai suoi di volare verso il pareggio (18-25). Da quel momento è un monologo biancorosso il gioco è fluido e i verdi locali perdono fiducia nonostante il tifo del pubblico di casa, Belli è straripante ottimamente innescato da capitan Mastroianni; le percentuali in ricezione migliorano decisamente con Giannetto e Fuganti che sciorinano una prestazione degna di nota (12-16); è il centrale Cappelletti con due muri punto nel parziale a ipnotizzare gli attaccanti nero-verdi che continuano a sbagliare e il set scivola via per il vantaggio grifone (17-25). Ma lo spirito battagliero dei nero-verdi permette ai giovani locali di portarsi in vantaggio 8-6 al time out tecnico; Belli vola altissimo e non ci sta, Servettini a muro è invalicabile e i grifoni risalgono e superano (10-13). Fuganti prima di fioretto e poi di forza rincara la dose per il 12-16. Ormai non c’è storia saltano gli schemi in casa teatina e i grifoni ancora con Belli volano verso la prima vittoria in trasferta che arriva sulla stoccata finale di Agostini (15-25). Grande soddisfazione per i tre punti e per l’ottima prestazione e i complimenti arrivano a tutto lo staff direttamente dal presidente Andrea Bettini che ha seguito la squadra in trasferta: “questo è lo spirito che volevamo, al di là della buona prestazione a livello tecnico quello che mi è piaciuto di più è stato l’atteggiamento mentale; i ragazzi si sono aiutati in campo e hanno superato le difficoltà iniziali con la forza del gruppo”. Non ci si può rilassare perchè sabato prossimo 16 novembre arriverà a Perugia la squadra di Orte vogliosa di riscatto dopo le due sconfitte subite nelle ultime giornate.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*