Ultimo giorno di scuola dei Block Devils, conclusa una stagione memorabile per la Sir Safety

sir-festeggia_alla_sala-dei-notari (8)PERUGIA – The end! Si è conclusa ieri una stagione memorabile per la Sir Safety Banca di Mantignana Perugia. Una stagione eccezionale. Una stagione culminata con la doppia finale conquistata, in coppa Italia e nei playoff scudetto. Una stagione che nessuno avrebbe voluto finisse mai. Una stagione che ha sancito il definitivo grandissimo amore tra la squadra ed il popolo perugino!

L’ennesima riprova ieri nell’ultimo giorno di scuola di capitan Vujevic e compagni che, orfani di Boban Kovac e Carlo Sati (volati in Iran per la loro nuova avventura… in bocca al lupo di cuore amici!) e del febbricitante Giovi, sono stati ricevuti nella Sala dei Notari del Comune di Perugia dalle istituzioni cittadine (il sindaco Boccali e l’assessore allo sport Liberati), regionali (il presidente della Regione Catiuscia Marini) e sportive (il presidente Fipav Giuseppe Lomurno) per un riconoscimento istituzionale al merito. Ma ad accogliere i Block Devils c’era soprattutto (non si offendano naturalmente le autorità) l’ennesimo bagno di folla salito in centro per l’ultimo saluto, l’ultimo applauso, l’ultimo coro, l’ultima foto con i propri beniamini. Tutto, decisamente, molto bello.
Sembrava il PalaEvangelisti, invece era il salotto buono, il migliore, di Perugia. Una Sala dei Notari gremita in ogni ordine di posto tutta per i bianconeri che hanno ricevuto un regalo speciale dal sindaco Boccali (una guida della città di Perugia ed una riproduzione di una delle formelle della fontana), mentre la società è stata omaggiata da una targa ricordo. Società che ha invece consegnato al sindaco la maglia, autografata in diretta tra gli applausi dei presenti, del capitano della Sir Goran Vujevic.

Prima gli interventi dei presenti. Dall’assessore Liberati (“La festa di oggi voi tifosi ve la siete meritata. Ringrazio i bravi ragazzi della squadra e saluto di cuore il tecnico Kovac che, come mi confidato prima di partire, a Perugia ha dato tanto, ma ha pure ricevuto tantissimo”), al sindaco Boccali (“Ricordo la prima volta che ho visto il presidente Sirci quando mi colpì il suo estro ed il suo entusiasmo. Lo stesso che ha portato e trasmesso a tutta la città, facendo un grande lavoro sia per la prima squadra che per il settore giovanile”), dal presidente Fipav Lomurno (“La società ha raggiungo un risultato eccellente che nessuno si aspettava. Ringrazio chi ha lavorato dietro le quinte in società per rendere tutto perfetto. Per me è un orgoglio poter rappresentare la pallavolo regionale qui”), fino a Catiuscia Marini (“Ringrazio gli atleti, il presidente Sirci e gli sponsor che permettono di fare sport a questi livelli”). Ma soprattutto tutti e quattro hanno posto l’accento sulla correttezza, la genuinità e lo spettacolo del pubblico perugino perché, come ha detto l’assessore Liberati, “è stato un orgoglio per noi sentire il presidente del Coni Malagò elogiare Perugia ed il suo pubblico che cantavano l’inno d’Italia a squarciagola.

L’esatta identificazione di una festa sportiva popolare”.
Il perfetto presentatore dell’evento Marco Cruciani, voce televisiva della Sir, ha poi lasciato spazio al presidente Sirci:
“Sono emozionato nel poter parlare davanti a tutta questa gente. Siamo stati fortunati, ma anche bravi, a trovare dei giocatori che per prima cosa sono dei grandi uomini che hanno meravigliato tutti con il loro grande cuore. È stata una stupenda stagione che ci ha lasciato un’eredità che è presente anche qui oggi: un fantastico pubblico. Un pubblico ritrovato, un pubblico che ha visto dei ragazzi per cui valeva la pena tifare. Un pubblico che ha meravigliato anche il presidente Fivb Ary Graca. Un pubblico che al palazzetto ci aiuta, ma con correttezza estrema. Un pubblico che non ce n’è in Italia e che ha dimostrato che Perugia è una grande città. La nostra avventura continua e ci metteremo subito al lavoro per formare la nuova squadra. L’augurio che faccio a tutti i ragazzi ed a tutti i presenti è quello di continuare ad essere così spontanei perché insieme siamo bellissimi ed andiamo benissimo. Abbiamo fatto la storia, o meglio… La storia siamo noi!”.

Poi applausi scroscianti per tutti i Block Devils con standing ovation d’obbligo per “Magnum” Atanasijevic, idolo dei tifosi e fresco di rinnovo triennale con la Sir, e per il Capitano Goran Vujevic.
Usciti a fatica dal bagno di folla in piazza IV Novembre, un bagno di folla spontaneo, genuino e sinceramente anche abbastanza emozionante, i bianconeri hanno poi chiuso la giornata con la cena di fine stagione per squadra e società organizzata presso la cantina del Castello di Monte Vibiano, proprietà della famiglia Fasola Bologna, partner della Sir. Un saluto conviviale in un clima di grande serenità ed in una location da brividi.
Ora il rompete le righe per i ragazzi. Meritate vacanze per alcuni, destinazione nazionali per i serbi Petric, Atanasijevic e Mitic e per gli azzurri Giovi e Buti.
Ebbene sì, purtroppo questa stagione, che nessuno avrebbe voluto far finire, è giunta al traguardo finale. Il sogno della Sir e di Perugia è pronto a ripartire il prossimo anno!

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*