Block Devils, amichevole contro l’Altotevere di Città di Castello

Nella Foto il Gruppo Bianconero
Nella Foto il Gruppo Bianconero
Nella Foto il Gruppo Bianconero

(umbriajournal.com) Perugia – Ha preso il via stamattina, con una seduta atletica, una nuova settimana di preparazione della Sir Safety Banca di Mantignana Perugia. Dopo il weekend di riposo, tutti a disposizione stamane i bianconeri agli ordini di Kovac e del suo staff per intraprendere un tipo di lavoro leggermente differente a quello delle settimane precedenti. Pur continuando a lavorare sempre sotto l’aspetto fisico, da oggi infatti verranno trattati maggiormente gli aspetti tecnico-tattici del gioco di squadra e determinati fondamentali dove era stato posto meno l’accento. Lo ha messo in luce il test dello scorso fine settimana contro l’Algeria che è stato comunque molto positivo per Kovac. La squadra infatti ha dimostrato già buona coesione e qualche automatismo, base di partenza importante per questa settimana che culminerà sabato pomeriggio con l’amichevole programmata al PalaKemon di San Giustino contro i cugini dell’Altotevere Città di Castello. Contro la nazionale nordafricana, affrontata senza i tre nazionali Giovi, Petric ed Atanasijevic, è emersa la bontà dell’organico bianconero. Entrando nello specifico, Kovac può disporre di due registi, ad una prima impressione, dalle caratteristiche diverse.

 

 

Più eclettico Mitic, in virtù dei suoi 200 cm di altezza, dotato di una maggiore rapidità Paolucci, elemento di esperienza del gruppo che sarà utilissimo alla causa. Come utilissimi saranno Della Lunga e Cupkovic. Il primo, forgiato tecnicamente nella prolifica scuola di pallavolo di Falconara, ha già messo in vetrina la sua qualità in seconda linea, i suoi tanti colpi d’attacco (a dispetto dei non tantissimi centimetri) ed un servizio al salto sempre molto insidioso. Il secondo, utilizzato da Kovac contro l’Algeria sia come opposto di ruolo sia come martello di posto quattro, ha confermato di possedere qualità atletiche e nella potenza dell’attacco di livello altissimo. La sua capacità di saper ricoprire due ruoli può spostare gli equilibri.

Discorso simile al centro dove Kovac può contare su tre atleti di grosso calibro. Buti, Barone e Semenzato sono in grado di assicurare tanti centimetri e tanta qualità a muro e solidità al tempo stesso in attacco, pur con caratteristiche differenti.

Tutto questo senza dimenticare un vice libero come Fanuli, che in A1 a Vibo ha già dimostrato di saper reggere alla grande il ruolo di titolare, un vice opposto come Della Corte, giovane motivatissimo e con enormi margini di miglioramento, un “fenomeno” ancora tutto da scoprire come Atanasijevic (17 punti per lui nell’amichevole di Sofia di due giorni fa tra la sua Serbia e la Bulgaria) e la “vecchia guardia” formata da capitan Vujevic, da Petric (pure lui utilizzato in nazionale sabato con 8 palloni a bersaglio), e da Giovi (impegnato fino a ieri con gli azzurri in due test contro la Slovacchia e che si aggregherà nuovamente all’Italia mercoledì 11 settembre per l’ultimo raduno pre-Europeo). Tre campioni già ben noti al pubblico perugino e di conclamato affidamento.
È ovvio che tutto quanto detto andrà forgiato, oliato ed amalgamato dal sapiente lavoro del tecnico bianconero e del suo staff per far rendere al massimo ogni singolo Block Devils.
Ma al PalaEvangelisti, quest’anno, ci sono tutti gli ingredienti per divertirsi.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*