Anche uno striscione della Curva Nord ai funerali di Massimo Venturiello

 
Chiama o scrivi in redazione


Anche uno striscione

Anche uno striscione della Curva Nord ai funerali di Massimo Venturiello

di Tommaso Benedetti
Sulla bara, una maglia del Perugia, di cui era grande tifoso. C’era anche uno striscione della Curva Nord. Poi applausi misti alle urla, mentre volavano palloncini bianchi all’uscita della salma di Massimo Venturiello, il giovane di 29 anni morto lunedì sera a Perugia, tra Balanzano e Ponte San Giovanni, a causa di un incidente stradale.

© Protetto da Copyright DMCA

I funerali, nel pomeriggio di venerdì nella chiesa di San Bartolomeo. L’incidente lunedì sera lungo la Strada dei Loggi. Massimo, ha perso il controllo della propria vettura, una Audi A3, ribaltandosi e finendo di fatto, schiacciato all’interno dell’abitacolo. Residente in zona, il ragazzo lavorava in un autosalone ad Ospedalicchio di Bastia Umbra.

Molto noto nel quartiere, anche per la sua passione calcistica: era tifoso del Grifo, assiduo frequentatore della Nord. Numerosi i messaggi di cordoglio, arrivati in questi giorni da parenti, amici e colleghi di lavoro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*