Spazio agli anziani con ‘@.b.c.d. ABC digitale’

Il mondo del web sempre più vicino agli anziani. Mercoledì 10 ottobre, pres s o la ‘Sala della Partecipazione’ di Palazzo Cesaroni a Perugia, è stato presentato il progetto ‘@.b.c.d. ABC digitale’. Un’iniziativa promossa dalle cooperative sociali Nuova Dimensione, Asad e Polis, insieme ad Auser che si svolgerà attraverso degli incontri a cadenza settimanale (cinque, delle durata di tre ore ciascuno), tra ottobre 2018 e aprile 2019, a Perugia (Ferro di Cavallo, Ponte San Giovanni, Casa del Diavolo), Città della Pieve, Marsciano e Bastia Umbra.

La finalità del progetto “@.b.c.d. ABC digitale” è quella di fornire agli utenti over 65, le competenze digitali utili nella gestione della quotidianità, come ad esempio prendere un appuntamento al CUP, vedere i referti di analisi ed esami diagnostici, dialogare con l’INPS, conoscere informazioni utili per vivere in modo attivo ed autonomo la propria quotidianità.

“Questo progetto – ci ha tenuto a precisare la Presidente di Nuova Dimensione, Paola Sensi – nasce nell’a m bito di un servizio, ‘Territoriale Anziani’, che il Consorzio Auriga gestisce tramite le cooperative Nuova Dimensione, Asad e Polis. E’ un’evoluzione dell’assistenza domiciliare, che fa leva sulla collaborazione di tutta i soggetti presenti nel territorio, associazioni, cooperative e istituzioni, per rispondere in maniera sempre più puntuale ai bisogni degli anziani”.

Anziani che sentono l’esigenza di interagire con le modernità anche per non venire tagliati fuori da servizi necessari per la cura della persona e della propria salute.

“Dobbiamo metterli in condizione – ha dichiarato la Presidente di Auser Umbria, Tiziana Ciabucchi – di migliorare la loro qualità di vita e di avere una conoscenza dei servizi erogati nella propria regione in maniera completa e soddisfacente. Tuttavia crediamo che il passo in avanti non deve essere compiuto solo dagli anziani, ma anche i medici di base, ad esempio, possono mettere in atto una serie di procedure digitalizzate (ricette, rapporti con farmacie), che consentano minori spostamenti e una fruibilità maggiore di informazioni e servizi”.

Un percorso di avvicinamento degli over 65 alle nuove tecnologie, che la Regione ha avviato già nel 2014 con la legge sull’invecchiamento attivo.

“L’Umbria si caratterizza per avere due grandi realtà – ha ricordato il consigliere regionale Carla Casciari – un indice di vecchiaia molto alto e un terzo settore molto attivo. In questo caso, il mondo della cooperazione, l’associazionismo e il volontariato si mettono a disposizione degli anziani per farli crescere sul piano digitale e per metterli maggiormente in contatto con le nuove generazioni. Spero che i territori possano cogliere questa grande opportunità”.

Gli incontri prenderanno il via nella frazione di Casa del Diavolo (Centro Socio-Culturale) martedì 6 novembre e a Marsciano (sala Vallerani) mercoledì 7 novembre.

“Accompagneremo gli anziani – conclude Eugenio Palumbo, consulente dell’associazione Infolab – in un percorso guidato volto a conoscere tanti servizi e soprattutto il modo per usufruirne. Non sarà fatta una selezione sulla base delle conoscenze informatiche, ma è chiaro che chi ha già una piccola base in materia, potrà sfruttare al meglio e più velocemente dei nostri insegnamenti”.

Per informazioni sui laboratori ed eventuali iscrizioni è necessario rivolgersi ad Auser e alle cooperative Nuova Dimensione, Polis e Asad.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*