Presenza umbra in Zambia e Malawi, alla Stranieri se ne racconta la storia

Perché il master per insegnare l’italiano a stranieri è un’eccellenza: parla la direttrice scientifica Francesca Malagnini

Presenza umbra in Zambia e Malawi, alla Stranieri se ne racconta la storia

In Umbria le realtà istituzionali, le associazioni missionarie e la società civile sono de sempre sensibili alle iniziative di solidarietà internazionale nei Paesi del Sud del mondo. Gli abitanti della terra di San Francesco vantano infatti una tradizione nei progetti d’ambito sociosanitario, specie in Zambia e in Malawi.

La ricostruzione di questo impegno umbro, nell’alveo della più ampia storia della presenza italiana nei due Paesi dell’Africa australe, verrà illustrata all’Università per Stranieri di Perugia da Filippo Scammacca del Murgo, già Ambasciatore d’Italia a Lusaka e accreditato in Zambia, Malawi e Botswana tra il 2015 e il 2019, il quale il prossimo 24 giugno racconterà quanto ricostruito nelle pagine del suo volume, intitolato “Sulle tracce di Livingstone: storia di Zambia e Malawi e degli italiani che vi hanno viaggiato”.

Affrontando le questioni dell’approccio dell’Italia alla cooperazione in Africa a favore dello sviluppo sostenibile e di eque relazioni di partenariato, dialogheranno con l’autore, il Rettore Valerio De Cesaris ed alcuni docenti dell’Ateneo, quali Emidio Diodato, Mario Giro e Federica Guazzini, insieme a Zahra Ismail, direttrice del Mlambe Health and Social Trust in Malawi.

Nel rispetto delle norme anti Covid l’accesso all’Aula Magna sarà consentito a un numero programmato di persone, che dovranno segnalare la propria partecipazione inviando una mail all’indirizzo di posta elettronica: rettore@unistrapg.it 

 
Chiama o scrivi in redazione


Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*