Premio Citta’ di Sarzana, Giampaolo Bellucci 3° con “i bambini di Scampia”

Premio Citta’ di Sarzana, Giampaolo Bellucci 3° con "i bambini di Scampia"

Premio Citta’ di Sarzana, Giampaolo Bellucci 3° con “i bambini di Scampia”

Domenica 29 novembre nella bellissima sala consiliare del comune di Sarzana si e’ svolta la cerimonia di premiazione della nona edizione del prestigioso premio “Citta’ di Sarzana” nella sala gremita,molto emozionato c’era anche il poeta e scrittore Giampaolo Bellucci,che dopo una lunghissima attesa e’ stato premiato con la medaglia di bronzo con la gaia pluripremiata videopoesia”i bambini di scampia”.

Le motivazioni degne di nota sono le seguenti:”con questo triste argomento Bellucci colpisce nel profondo non tanto per le storie stesse quanto per le limitazioni e le responsabilita’ che il lettore sente su di lui”. I

n fondo, dice Bellucci, “siamo tutti complici di quanto accade a Scampia perché spesso ci voltiamo dall’altra parte o vediamo o come spettatori pieni di preconcetti verso quel luogo di Napoli cosi’ venerato”…Il tema è molto realistico e per giudicare bisogna conoscere e per i riportare sul territorio le storie questi bambini…un tema molto struggente…”E ci complimentiamo con Bellucci – è stato detto a Sarzana – perché con questo video prova a sensibilizzare l’opinione pubblica…complimenti”…Bellucci ha ritirato con orgoglio ed emozione il suo premio tra gli applausi e l’ammirazione del pubblico

I BAMBINI DI SCAMPIA Ho sentito Una storia cruda

Che parla di bambini Che vivono per la strada

I loro destini

Uno spino una pista una spada

Le loro vite Dal crimine imbruttite Usati Come marionette ben pagate Per creare storie maledette Fino a quando Non si va a fondo

E non arrivano le manette E li in galera La vita si fa dura E qualcuno riflette Rivede il sangue La droga Le manette E quante domande

Alle quali un vangelo risponde e quanti nuovi ideali che si muovono come onde attraversano l’anima al ricordo una lacrima sul viso scende ora hai deciso e una nuova strada il cuore prende ora sai che la malavita non paga ma pretende e per loro la tua vita vale meno di una vecchia camicia sgualcita ma ora piano risale e va su anche se in salita

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*