PERUGIA, FINANZA SEQUESTRA MEZZO CHILO DI DROGA

Finanza sequestra drorga
Finanza sequestra drorga
Finanza sequestra drorga

Nel quadro dell’intensificazione delle attività di controllo economico del territorio nei giorni scorsi in zona Ponte Rio di Perugia, i baschi verdi della Compagnia di Perugia supportati dall’unità cinofila hanno effettuato un sequestro di mezzo chilo di sostanza stupefacente tipo “Hashish” nei confronti di alcuni soggetti che nell’immediatezza dell’intervento tentavano di disfarsi delle sostanze in loro possesso gettandole dal veicolo. L’operazione si è conclusa, oltre che col sequestro della droga, anche con l’arresto dei responsabili, due cittadini extracomunitari di origine marocchina residenti ad Umbertide, per le ipotesi di reato di cui all’art. 73 del D.P.R.309/90. Precedentemente, sempre i baschi verdi della Compagnia di Perugia, unitamente all’unità cinofila, hanno effettuato un sequestro di un grammo circa di sostanza stupefacente di tipo “Eroina” con relativa segnalazione alla Prefettura, ai sensi dell’art. 75 del D.P.R.309/90, di R.L., cittadino italiano, anch’egli residente in Umbertide.

 

Lo stesso è stato anche denunciato a piede libero in quanto è risultato inottemperante all’obbligo di allontanamento dal comune di Perugia per un periodo di 3 anni come da Decreto del Questore di Perugia. L’intervento, oltre che nel rafforzamento dei servizi di vigilanza dinamica disposti nel territorio del capoluogo umbro, si inquadra nell’ambito di un più ampio ed efficace dispositivo di contrasto al fenomeno del “traffico illecito di sostanze stupefacenti e psicotrope”, particolarmente intensificato in questo periodo su disposizione del Comando Provinciale di Perugia. Complessivamente dall’inizio dell’anno sono stati sequestrati circa 16 Kg. di Hashish e marijuana, 1,2 Kg. di cocaina, 1 Kg. di Eroina nonché tratte in arresto 17 persone per spaccio e detenzione di sostanze stupefacenti. Sono state inoltre segnalate alla Prefettura di Perugia 29 persone fisiche per detenzione di sostanze stupefacenti.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*